Utente 279XXX
Salve, sono un ragazzo di 20anni in peso forma, non bevo e non fumo.
Essendo un soggetto molto ipocondriaco ho spesso effettuato esami cardiologici, per le mie paure scaturite da tachicardia da attacchi di panico ed extrasistoli attribuite all'ansia: tutti negativi (ora ho iniziato una psicoterapia).

L'ultimo è stato eseguito due giorni fa, un ecocardiogramma: tutto normale, sia nelle conclusioni che nelle rassicurazioni del cardiologo. Leggendo il referto noto per: Ridondanza del LAM, no valvulopatie.

Sapete spiegarmi di cosa si tratta? E' una patologia? Può crearmi problemi? E' indicata l'attività fisica? E' forse la reale cause delle extrasistoli?

Il cardiologo non me ne ha parlato, sostenendo che ho un cuore perfettamente sano.

Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Perchè non ascoltare quello che il cardiologo le ha detto ????? Vedo che nonostante la psicoterapia non ci sono dei grandi avanzamenti.....Il suo problema non è il cuore (che è perfettamente normale). Riferisca allo psicologo che la stà seguendo le sue attuali paure.
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2016
Salve, la ringrazio per la celere risposta.
Ho intrapreso la psicoterapia da una sola settimana quindi mi rendo conto che ancora è presto per parlare di risultati. Riferirò tutto nella prossima seduta.

Purtroppo la mia situazione mi sta creando grandi disagi, quello che mi da più fastidio è che non riesco più a fare sport. Giocavo a calcio ma ora appena scendo in campo e comincio a faticare aspetto sempre le extrasistoli che puntualmente arrivano. Spero di risolvere. Questa situazione mi deprime molto.

Ma quindi dal punto di vista morfologico questa ridondanza del lembo è di normale repertazione ed è diffusa? Può degenerare o creare qualche problema? In parole povere sarebbe un' ''abbondanza'' del lam? La ringrazio ancora gentilissimo dr. Rillo.
[#3] dopo  


dal 2016
Approfittando della sua gentilezza, Le volevo inoltre chiedere se nel mio caso è indicata la profilassi antibatterica per gli interventi odontoiatrici. La ringrazio nuovamente
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi scuso per il ritardo della risposta. Non c'è a mio giudizio indicazione alla profilassi antibiotica. L'aspetto ridontante del LAM non esprime una patologia valvolare. Per il resto dia tempo al tempo e continui le sedute di psicoterapia.
Saluti cordiali
[#5] dopo  


dal 2016
Salve dottore, sono io a scusarmi per il tempo che Le ho rubato e La ringrazio nuovamente per avermelo concesso.Un'ultima cosa che Le volevo chiedere è se, avendo un lam ridondante, sono maggiormente predisposto ad avere un prolasso in futuro, e se quindi devo effettuare dei controlli periodici, o se invece questo ''non problema'' lo devo dimenticare. Cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le consiglierei di non pensare al futuro inmaniera negativa. Il prolasso è differente e comunque molto spesso non è comunque un problema valvolare importante, in ogni caso non è detto che lei lo sviluppi e può fare dei controlli con un ecocardiogramma ogni 2 o 3 anni (o anche più vista la sua giovane età del momento).
Cordialmente
[#7] dopo  


dal 2016
La ringrazio dottore, in sostantza in una struttura come la mia, extrasistoli o tachicardia non vanno considerate come pericolose?! Cordiali saluti, grazie
[#8] dopo  


dal 2016
Dottore prima di salutarla Le faccio presente l'esito completo del mio eco:

CAMERE CARDIACHE NEI LIMITI PER DIAMETRI, SPESSORI E CONTRATTILITA'. FE VSN:70%. RIDONDANZA DEL LAM. DOPPLER CW-PW-COLOR: NON VALVULOPATIE.

La ringrazio per la cortesia che ha avuto nei miei confronti, e se mi posso permettere le volevo chiedere un'ultimissima cosa:

data questa mia struttura cardiaca, extrasistoli e tachicardia non rappresentano un problema?
I sintomi che avverto mi spaventano molto, e quando insorgono non posso fare a meno di assumere alprazolam, spero che la psicoterapia mi aiuti.

Le auguro un sereno periodo pasquale, cordiali saluti.