Utente 743XXX
Buonasera,
e' da ormai due mesi e mezzo che avverto un dolore intenso nel testicolo dx o "parti" nei dintorni (non e' sempre nello stesso punto e della stessa intensita' anche se nella maggior parte delle volte e' nella zona alta del testicolo).
Nell'arco di questi mesi, a catena c'e' stata una discesa sempre maggiore dei testicoli sia destro che sinistro, con ingrossamento di vene nella parte sinistra.
Ho fatto delle visite (forse troppe) da differenti urologi, e mi hanno escluso tumori ai testicoli e varicocele destro, mentre per il sinistro, lieve, ma non sembra necessitare interventi.
Fatte alcune cure con antibiotici, ma il dolore al destro si ripresenta spesso e per giorni. Quello che ho notato e' che il dolore si presenta sicuramente (ma non solo) nelle 12 ore successive ad una eiaculazione, ma non immediatamente dopo.
Grazie mille per eventuali indicazioni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é difficile raccogliere la "patata bollente" per web,considerando la variabilità delle sintomatologia riferita. A "naso",potrei ipotizzare un interessamento dell'apparato urinario (renella) e/o del rachide lombo sacrale...ma sono solo ipotesi.
L'unico consiglio oggettivo é quello di far riferimento ad un andrologo esperto e "paziente".Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il problema dei "dolori testicolari" rappresenta uno dei problemi non risolti della andrologia.
In un caso come il suo credo sia importante poter escludere patologie di rilievo ( orchiti, epididimiti, prostatiti, vescicoliti, idrocele, varicocele (?)....), cosa in genere possibile con una buona visita, ecografia ed esami di laboratorio.
Una volta escluse tali patologie, il "dolore" testicolare può essere visto in manuera più corretta
Molte patologie "funzionali" dipendono anche dalla autosservazione ( talora esasperata) da parte del paziente
cari saluti

[#3] dopo  
Utente 743XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per le risposte. Sicuramente il problema si e' accentuato per un mio stato di stress dovuto ad altri fattori e di forse eccessiva preoccupazione (dovuto ad un ritardo iniziale di un 20 giorni nel fare la prima visita, e dalle precedenti operazioni di varicocele).
Dopo svariate visite in diversi posti (e svariati ecodoppler ed esami urine e sangue), spero di poter dire di escludere patologie di rilievo, e quindi non considerare piu' la variabile tempo importante e di cercare con pazienza con un andrologo la soluzione del problema.
Un'ipotesi venuta fuori in una visita, era quella della visita con un neurologo, perche' (non so se come causa od effetto) con il dolore al testicolo, sono spesso associati dolori in nervi dell'anca o interni della gamba destra.