Utente 348XXX
Gentili dottori,
Ho 22 anni e lo scorso 9 gennaio 2014 ho avuto uno pneumotorace iperteso spontaneo al polmone destro. Visto che da tre giorni avevo disturbi di tachicardia (lieve e a seguito di sforzo) e affaticamento alla respirazione sono andato in pronto soccorso. Mi hanno fatto RX torace negativa, poi elettrocardiogramma nella norma. Visto che l''inizio dei sintomi è stato un po di giorni fa può essere che il tempo di aspettare questi giorni il polmone sia tornato a parete e quindi risultato negativo alla rx perché di entità molto piccola? Altrimenti non credo che alla mia età ho problemi di cuore no? Mi hanno fatto pure un elettrocardiogramma e il cardiologo visionando il tracciato ha detto che è nella norma.

cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
E' possibile. E' anche possibile avvertire una sensazione di discomfort respiratorio erroneamente attribuita ad un nuovo episodio... (come è stato trattato in Gennaio?, medesima lateralità? asma??
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore,
grazie della risposta e mi scuso per averle risposto così in ritardo. Mi perdoni l'ignoranza dottore, ma cosa intende con "discomfort respiratorio"?
A gennaio mi fecero fare il drenaggio toracico e il polmone tornò a parete dopo 6gg. Avevo dispnea i primi giorni. Questa volta a distanza di 10 giorni dall'esordio dell'episodio ho ancora il senso di affaticamento a respirare, ho notato che aumenta se sto disteso a letto cn le spalle al muro e in particolar modo quando faccio uno sforzo, ad esempio con la bici. Due giorni fa stavp facendo una leggera salita e mi è venuto L'affaticamento e sentivo soffocare quasi. Alcuni però dicono che questa fatica a respirare sia psicosomatica, infatti i primi due giorni perdevo di colpo il respiro e lo recuperavo dopo un attimo (attacco di panico). Ma secondo lei può essere considerato sempre ansiogeno anche se si aggrava con l'attività fisica? Se ci fosse veramente un problema respiratorio avrebbero notato col fonendoscopio? L'auscultazione del torace è risultata nella norma. In più ho delle fitte allo sterno ogni tanto e ai lati del petto, ad esempio se mi piego in avanti mi viene a volte una fitta al cento dello sterno che scompare istantaneamente. Le faccio presente anche che giorni dopo ho notato che ho in bocca una micosi che sto curando con sciacqui di bicarbonato di sodio, mycostatin e compresse diflucan 1 alla settimana. Il mio medico di base dice che forse è la micosi che causa questo respiro affaticato, a maggior ragione perché ha detto che ho la gola lievemente infiammata. Ho le idee confuse, sarebbe così gentile da chiarirmi questi dubbi?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile Utente,
non e' mia abitudine porre diagnosi a distanza tant'e' che qui si intenderebbe riuscire a chiarire...Da se' che un esame clinico e' imprescondibile vorrei ricordare che molti quadri muscoloscheletrici ripercuotono sulla dunamica respiratoria (e' il caso di ricordare le discinesie scapolo omerali???). In questo senso il termine discomfort respiratorio che ho utilizzato (disagio, non dispnea..). E verso questa strada mi sentirei di indirizzare ogni altro eventuale accertamento diagnostico (ancor prima di averlo aprioristicamente categorizzato come sindrome ansiosa).