Utente 349XXX
Buongiorno,
chiedo un consulto per un fastidio, più che un problema, che ho da sempre, fin da giovanissima.
Entrambe le mie articolazioni dell'anca schioccano durante movimenti particolari del femore.
Durante intra ed extra rotazione del femore non avverto nessun fastidio ed il movimento procede normalmente.
Invece, durante la circumduzione del femore, puntualmente schioccano. La sensazione è strana, è come se ad un certo punto il movimento si fermasse, poi l'articolazione schiocca, dopodichè riesco a terminare il movimento.
Altra cosa strana è che la gamba destra schiocca eseguendo un movimento di circumduzione in un senso, e la gamba sinistra schiocca invece eseguendo il movimento di circumduzione in direzione opposta!

Non so quanto possa essere pertinente, però, riesco ad effettuare anche movimenti "estremi" che coinvolgono queste articolazioni, come ad esempio portare il piede destro dietro la nuca, ed anche durante questo movimento l'anca mi schiocca. La sensazione è sempre la stessa: il movimento si blocca a metà strada, poi l'anca schiocca, e solo allora riesco tranquillamente a portare il piede dietro la nuca.

Un altro movimento che causa lo schiocco è la semplice flessione del femore destro; se effettuo il movimento fino a 90°, l'articolazione schiocca sia alla fine della flessione che all'inizio dell'estensione per riportare la coscia in posizione normale.

Pochi giorni fa volevo cercare di migliorare la situazione effettuando lenti movimenti di circumduzione, per rinforzare i muscoli e l'articolazione in questione, ma sia in piedi che da stesa, il movimento veniva sempre accompagnato dallo schiocco, così ho rinunciato.
Riferisco anche che ho la cresta iliaca dell'anca destra che sporge in maniera abbastanza evidente rispetto alla sinistra, probabilmente credo sia dovuto alla scoliosi.

Non ho mai dato peso a tutto ciò perchè normalmente non avverto dolore, se non un lieve dolore nel momento dello schiocco.
Spero possiate darmi qualche informazione in più e indicarmi eventualmente la necessità di una visita medica.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. Utente,

il primo consiglio è quello di non "ricercare" lo scatto, ed evitare i movimenti estremi dell'articolazione.

Le consiglio di leggere l'articolo del Dott. Formica: http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/1974-anca-scatto.html

In questo articolo sono descritti i vari tipi di anca a scatto. Sebbene l'anca a scatto tendineo-legamentosa sia un'affezione tipicamente benigna, è importante invece escludere la presenza di un possibile conflitto femoro-acetabolare:

http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/622-conflitto-femoro-acetabolare-femuro-acetabular-impingement-fai.html

Consigliabile quindi eseguire una RX del bacino con proiezioni delle anche, ed eseguire una visita presso un centro specializzato nella patologia dell'anca.

Distinti saluti