Utente 277XXX
Salve,
premetto che assumo lo XANAX dietro prescrizione medica per poter affrontare gli esami universitari in modo lucido e per ottenere un rendimento ottimale.

Volevo fare le seguenti domande:

1) Ho letto che l'emivita dello XANAX dura circa 12 ore, in quanto tempo riuscirei ad eliminare la dose circolante nel sangue, considerando che ne prendo 0.75-1 mg prima di ogni esame? Peso all'incirca 55 Kg e sono alto 1.78, e non ho alcun tipo di problema renale/epatico o altro.

2)Dopo l'esame mi piacerebbe molto brindare con gli amici, dopo un assunzione del genere per quanto non posso bere? a me basterebbe una birra o un aperol soda, o anche mezzo bicchiere di vino. Ma facendo i calcoli del tempo di dimezzamento con calcolatrice alla mano(calcolando anche il tempo di dimezzmento massimo che può essere di 15 ore,e i metaboliti secondari[alfa-idrossialprazolam] Ho fatto due anni di Farmacia prima di pasare a psicologia, quindi sono un po' tecnico:D , per azzerare completamente la dose circolante di alprazolam da 1mg dovebbe passare all'incirca una settimana, mi sembra alquanto esagerato.( Ho già chiesto al mio psichiatra, lui mi ha detto che mezza birra(se leggera) potrei berla anche subito dopo, ma ho seri dubbi a riguardo)

3) Perchè XANAX non fa più lo stesso effetto? Ho notato che ad ogni esame (ne facio uno ogni 1-2 mesi) necessito di aumentare il dosaggio: in precedenza bastavano 0.25 per stare bene, adesso sono ecessari 0.75- 1mg, E' possibile che si possa trattare di un processo di assuefazione? a me sembra strano, dato che al massimo assumo questo farmaco una volta al mese o due mesi.

4) Ci sono alimenti particolari che magari andando a sovraccaricare qualche citocromo possono aumentare le concentrazioni plasmatiche di Alprazolam? il pompelmo presumo, ma c'èanche altro?

5) Come faccio ad aumentare la velocità del tempo di dimezzamento? se bevo un sacco di acqua lo elimino prima?


6)Nel malaugurato caso che io assuma alcool magari dopo 1-2 giorni quindi prima del dimezzamento definitivo della molecola potrei andare incontro a sintomi gravi come coma,arresto respiratorio o altro?


7)Inoltre già che ci sono, una domanda puramente di interesse scentifico, l'assuefazione ad alprazolam è dovuta a fenomeni di plasticità neuronale tipo LTP LTD? e se è vero, dato che si tratta di lasticità e non "elasticità" neuronale come possono poi i recettori tornare come prima dopo il periodo drug-free? Dopo l'esame di neurofisiologia certe domande saltano alla testa :

Grazie e saluti.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
a fronte della sua domanda piuttosto lunga cercherò di sintetizzare:
l'alprazolam per essere eliminato completamente , nel senso di non trovarne traccia nel sangue, deve calcolare un tempo di circa 4-5 emivite per cui calcoli ca 60 ore; il problema dell'assuefazione ossia della necessità di dover aumentare le dosi per ottenetre lo stesso effetto è dato da modifiche del recettore delle benzodiazepine (ovviamente modifiche reversibili con la sospensione del farmaco) comunque l'assuefazione si riscontra principalmente per gli effetti sedativi e/o ipnoinducenti essendo insolita l'assuefazione all'effetto ansiolitico (particamente molto scarsa o nulla) le variazioni posologiche dipendono molto anche dalle "situazioni stressanti" che in base lla loro entità possono indurre una necessità di dover variare il dosaggio; l'alprazolam è metabolizzato principalmente dal citocromo CYP 3A4 per cui sostanze come il pompelmo o farmaci che inibiscono il suddetto citocromo possono indurre aumento dell'alprazolam (fra i farmaci in questione sono da considerare certi antibiotici macrolidi o fluorochinolonici, ed altri); per quanto riguarda l'interazione con l'alcol ovviamente essendo questo uno psicofarmaco si deve considerare un eventuale potenziamento dell'effetto farmacodinamico di entrambe le molecole comunque se assume un drink a bassa gradazione alcolica a distanza di 4-5 ore non dovrebbe (il condizionale è d'obbliigo per la variabilità biologica idividuale) aver nessun problema. Spero di aver risposto tutti i suoi dubbi
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la celere risposta.

Quindi dopo 24h dall'assunzione di 1mg di XANAX un bicchiere di vino a pranzo potrei bermelo senza correre rischi?

P.s: Dopo un mese di non assunzione (come lo assumo io) i miei recettori per le benzodiazepine tornano normali giusto? si può escludere che ci sia un processo di assuefazione di tipo biologico?
Dopo quanto tempo drug-free (teoricamente) i recettori del cervello tornano "normali" come se non fi fossero mai assunte benzodiazepine?

Inotre avrei un 'altra domanda: Le benzodiazepine provocano amnesia anterograda, specialmente se non si ha avuto un riposo sufficiente. Dato che la notte prima degli esami al 99% la faccio in bianco (dormo 3-4 ore al max, normalmente ne dormo più di 8) potrebbe accadere anche a me? per le 4-5 volte che l'ho usato non ho mai avuto questo effetto collaterale, ma ho paura che possa accadere, è possibile? In pratica cosa sucede? potrei entrare in uno stato confusionale del tipo "non so chi sono" "non so dove mi trovo" etc.?

Unl'altra domanda ancora: Lo Xanax(non a rilascio prolungato) dopo quanto fa effetto? ci sono differenze se a stomaco pieno o vuoto? è dificile notarlo, io lo prendo 2 ore prima dell'esame per avere la certezza di arrivare tranquillo, inoltre volevo domandarLe se assumere IMODIUM prima dello xanax ne rallenta l'assorbimento a causa della limitazione della motilità intestinale (e se non sbaglio viene assorbito nell'intestino), in pratica l'ansia pre-esami mi comporta problemi intestinali dunque devo assumere anche quello.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
come precedentemente cercherò di essere sintetico, le benzodiazepine possono influire sulla memoria ma semplicemente nel poter creare qualche "dimenticanza" in chi studia, sotto esame consiglerei di non assu,erle a meno che l'ansia non arrivi a situazioni tali da dare "un blocco emotivo"; non stiia a pensare a toleranza o assuefazione nel suo caso non esiste alcun problema come non c'è problema assumere un imodium