Utente 354XXX
Salve,l'anno passato ho fatto un intervento di frenulotomia perchè il glande non riuscivo a scoprirlo e avevo dolori fastidiosi quando avevo rapporti intimi! L'intervento ha risolto il problema per un pò,ma adesso mi ritrovo nuovamente con difficoltà a scoprire il glande,non mi sono accorto subito perchè ho finito la mia relazione ma ho riscontrato il problema durante la masturbazione,praticamente sento "tirare" dove ho fatto l'intervento (come è possibile se il frenulo è stato asportato?) quando cerco di scoprire il glande ,il prepuzio "scende" sulla parte sinistra del glande,mentre sulla parte destra ha difficoltà a scendere,ma quando riesco a scoprire il glande(con difficoltà ed attrito)mi risulta quasi impossibile ricoprire il glande,perchè il prepuzio sembra abbia difficoltà a superare la "corona" del glande e devo "tirare" la pelle per ricoprire,cosa può essere? prima della Frenulotomia mi è stato confermato da due dottori diversi che non era necessario fare una circoncisione,ma era solo il frenulo corto,adesso cosa succede?dovrei fare un'altro intervento? (vi prego no), altra domanda,ho notato che c'è un filo che collega la punta del pene al prepuzio(un filo a parte rispetto a quello che è stato asportato),quel filo si dovrà rompere con i rapporti sessuali?può essere questo che ha creato un restringimento del Prepuzio?o quello è un'altra cosa? il mio glande è spesso secco quando ho un erezione,è normale? altra cosa,è vero che il glande si dovrebbe scoprire automaticamente durante un'erezione,senza il bisogno di usare le mani? scusate per le tante domande,ma sono un pò turbato e questo mi fa star male

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dalla sua lettera una sola cosa è chiara l' ansia, che per la scarsità di sintomi è veramente eccessiva. A volte necessario ritocchino chirurgico, per cicatrizzazione esuberante, oppure terapia medicas per infiammazione in corso (bisogna vedere per capire che terapia fare). Vada da collega e si tranquillizzi.
[#2] dopo  


dal 2014
Grazie dottore,mi ha tranquillizzato ! quindi tutto ciò che ho scritto non è una cosa di cui preoccuparmi?quindi lei esclude un ulteriore intervento chirurgico?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
no, non lo escludo, ma si tratterebbe comunque di poca cosa.
[#4] dopo  


dal 2014
caro Dottore,mi sono fatto controllare dal mio dottore di famiglia,gli ho spiegato che avevo avuto delle chiazze bianche sul glande (fortunatamente scomparse qualche giorno prima della visita) e infatti mi ha rassicurato che non avevo nessuna infezione in corso ,ma quando gli ho detto per il prepuzio che è sempre un pò stretto ,lui mi guardava con occhi sbarrati come se non sapesse cosa avrebbe dovuto dirmi,infatti mi risponde : "In erezione,il glande non sempre si può ricoprire,è una condizione comune.." Poi gli ho detto pure che il prepuzio ha difficoltà a scorrere sul lato destro del glande,nonostante l'intervento,e lui controllando mi ha risposto : " Ma l'intervento effettuato era solo del frenulo?? " ed io :" Si" (perchè cos'altro avrebbero dovuto togliere?)e poi ha aggiunto : " In questo caso,non so cosa fare,non so che dirti,ma comunque non hai nessuna infezione e non c'è nulla che non và al tuo pene" e mi ha congedato! Adesso sono rimasto cosi,che non sò cosa fare e cosa peggiore non so cosa pensare,lei cosa ne pensa ? (P.S: Il mio dottore è pure Andrologo)
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E io non so che dire a òei. L' unica è avere rapporti sessuli e vedere come va. In caso di oproblemi liriferisca al collega.