Utente 214XXX
Salve,
premetto che presento questa lombalgia da circa un anno,si è verificata in seguito ad uno sforzo forso eccessivo(portavo delle buste della spesa ma il carico non l'ho distribuito equamente) e mi erano stati dati dei cerotti da applicare sulla parte interessata,appena poco sopra il gluteo destro e tutto era passato nell'arco di una settimana.Si ripresenta adesso,con le stesse modalità,ogni volta che ad esempio mi piego sulle ginoocchia ed è proprio un punto preciso che mi fa male che si arradia attorno senza scendere sotto il gluteo.Quando sono in piedi o seduto non mi da fastidio ma quando mi chino in quella particolare posizione allora sento proprio un fastidio e un qualcosa che tira.Applicando del voltaren e limitando gli sforzi il tutto mi passa ma appena riprendo quella posizione per un tempo prolungato torna il fastidio.Andrò sicuramente dal medico ma vorrei prima sentire un parere.Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non e'possibile esprimere pareri via internet sotto forma di diagnosi e cura. Posso solo fornirle alcune informazioni. Prima di tutto appare difficile pensare ad una "lombalgia"quando il dolore e' al margine superiore del gluteo e quando presenta fastidio in flessione massima dell' anca (con ginocchio flesso). Conviene sentire il parere di un ortopedico per un' impostazione corretta del suo problema. Ci tenga informati.
Cordialita'
Dr. A. Valassina
[#2] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
Salve,
Beh non avevo propriamente idea di come definirlo bene quindi mal di schiena o lombalgia mi sembrava qualcosa che potesse avvicinarsi comunque mi chiedo potrebbe essere un muscolo contratto?
[#3] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe, certo, ma la certezza non possiamo averla in quanto la valutazione della sede del dolore e le sue caratteristiche e'uno dei compiti principali della visita e della valutazione clinica.