Utente 151XXX
Buongiorno,
ho 52 anni e un anno fa ho avuto un IMA- STEMI trattato con stent su IVA, in terapia con Lortan50- Cardicor 2,5- Brilique, Cardioaspirin- Torvast 40-Omeoprazen20.
Subito dopo l'evento la EF all'ecocardio era di 55%. Dopo tre mesi, al primo controllo, è aumentata al 60%. Dopo 9 mesi la EF è scesa al 47%. Quest'ultimo controllo è avvenuto a seguito di un episodio di ipertensione dovuta a ipopotessemia( valore 2,6 accompagnato da debolezza muscolare), determinato a sua volta da un'assunzione eccessiva di liquirizia. Fermo restando che i referti degli Ecocardio fatti, a detta del cardiologo, sono da ritenersi,complessivamente, soddisfacenti, vorrei chiedere se il calo della EF dell'ultima Eco possa essere stata causata dal calo momentaneo di potassio.
Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' da escudere...mentre sarebbe utile capire se l'operatore che ha eseguito l'eco è lo stesso per la FE del 60% e quella del 47%....In caso affermativo bisognerà approfondire la diagnostica per cercare di capire per quale motivo la FE è scesa al di sotto del limite minimo. Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, dottore, l due esami sono stato eseguiti dallo stesso operatore. l' esame con la EF di 60 descrive : VSTD 120 ml VSTD 47 FE 60 . Acinesia del SIV anteriore distale ed attiguo apice. Valvola mitrale con trascurabile rigurgito.Aorta continente .Normale il volume delle sezioni dx.
L'esame fatto dopo 9 mesi descrive: Non rilevantii variazioni rispetto al precedente. La EF di quest'ultimo esame l'ho rilevata io dalla scritta che è' presente sulla foto dell'eco allegata al referto ( era scritto EF mod 47% EF al 47%). Purtroppo non ho potuto chiedere al cardiologo che ha eseguito l esame chiarimenti. E' possibile quindi un mio errore di interpretazione? Oppure il cardiologo nel non rilevare variazioni significative rispetto al precedente non ha dato importanza o attenzione al valore?.
Infine, cosa mi può dire sul significato del primo eco repertato?.
Scusi per le troppe domande ma purtroppo quando faccio i controlli routinari non riesco mai a soddisfare a pieno i dubbi forse per il tempo e le modalità degli stessi.
Grazie.