Utente 189XXX
Buongiorno,
mia madre di 84 anni ha effettuato un eco color doppler con i seguenti risultati:
"si evidenzia bilateralmente grossolane placche ateromasiche localizzate in prevalenza nei rami di biforcazione. In questi tratti, le placche, con superfici irregolari, sono ad anello completo e riducono a sx sia la carotide interna che l'esterna di circa il 60% del loro lume. La carotide interna ed esterna dx invece sono quasi sub-occluse alla loro origine. Si apprezzano altre piccole placche ateromasiche sia nelle carotidi comuni che subito oltre le placche anulari ostiali sovra descritte." Per completare il quadro è in terapia antipertensiva con 1 olpress20 mezza norvasc 5 e mezza diuresix. Inoltre assume 1 cardirene 160. Dall'ultimo elettrocardiogramma risulta sovraccarico ventricolare sx, PAO 145/65 BAV I° grado, buono il compenso cardiaco (2/6 L al mesocardio)- Agli esami di laboratorio risulta una piastrinemia già da alcuni anni e un lieve rialzo del colesterolo totale e della creatininemia. Ecografia renale negativa. Per concludere un paio di anni fa un episodio di TIA parietale dx.
Chiedevo un parere in ordine ad un possibile tipo di intervento per l'occlusione delle carotidi dx.
Grazie.
[#1] dopo  
Prof. Piergiorgio Settembrini
28% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
secondo il referto ecocolordoppler a destra la paziente presenta una stenosi signficativa della carotide interna. Se il quadro dovesse essere confermato può essere indicato l'intervento chirurgico di tromboendoarteriectomia carotidea che, alla luce delle condizioni descritte, potrebbe essere ben tollerato.
Ovviamente per dare una diagnosi e un'opzione terapeutica corretta e certa sarebbe necessario visitare la paziente e la sua documentazione