Utente 366XXX
salve, ho 19 anni e da 4 anni soffro di dolore al polso sin. praticavo canottaggio agonistico e ho iniziato a fare i dovuti controlli. Mi hanno diagnosticato una tendinite e mi hanno imposto il riposo per 4 mesi, nei quali ho fatto 2 cicli da 10 sedute di fisioterapia(3 trattamenti diversi), ho preso delle vitamine per aiutare il polso e utilizzavo tutore e antinfiammatori. Tutte le cure si sono rivelate inutili e dopo anni il dolore è peggiorato. Ho dovuto abbandonare ovviamente il canottaggio. Il dolore torna continuamente anche con i più semplici gesti come lavare i piatti, soffiare il naso o allacciare le scarpe. Ho deciso di fare un'altra ecografia e il referto dice: "Minima distensione fluido corpuscolata della capsula articolare Radio Carpica che presenta pareti inspessite e all'integrazione Color-Power-Doppler mostra una lieve neovascolarizzazione per fenomeni flogistici in fase attiva. Regolare per dimensione ed ecogenicità il nervo Mediano ed ulnare. Non lesioni delle restanti strutture esaminate." Mi hanno insegnato 5 sedute di tecarterapia, ma anche queste ahimè non hanno portato nessun risultato. La dottoressa mi ha prescritto degli esami di sangue per escludere (se ho ben capito) una malattia immunologica. Il dolore è localizzato intorno a tutto il polso e a volte prende anche l'avambraccio nella parte inferiore. Non so più cosa pensare o che altre alternative provare. Mi hanno parlato di infiltrazione ma informandomi ci sono pareri contrastanti sull'effetto e sulle controindicazioni. Potere aiutarmi a intraprendere la cura giusta? Cosa ne pensate? Penso sia un paradosso che nessun medico o specialista a cui mi sono rivolta non abbia saputo aiutarmi (considerando le considerevoli somme richieste), una ragazza a 19 anni che deve privarsi dei più semplici movimenti, o lavorando avere paura di rovesciare le ordinazioni addosso ai clienti. Speranzosa e in attesa di una risposta, porgo i miei saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non sono del tutto convinto che si tratti di una tendinite, visto il coinvolgimento flogistico della capsula articolare del polso.

Una o due infiltrazioni non sono un problema: l'importante è non eccedere.

Del resto, se il riposo funzionale e le varie terapie fisiche sino ad ora eseguite non hanno dato risposte sufficienti, non vedo quale altra alternativa esiste.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore,
intanto la ringrazio per la tempestiva risposta.
Mi vengono spontanee diverse domande. Intanto pensa che si possa trattare di una malattia autoimmune? è possibile che nel 2014, con i progressi che la medicina ha fatto, non si riesca a curare un'infiammazione articolare?
Penso di intraprendere la terapia infiltrativa, anche se penso,a mio modesto parere, che possa soltanto momentaneamente alleviare il dolore.
Non so più cosa fare e a chi rivolgermi, ma di certo non voglio convivere con questo problema.
Ancora grazie, buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No, non lo credo, vista la sede localizzate: in genere, queste patologie hanno diverse localizzazioni, spesso simmetriche.

L'infiltrazione potrebbe anche essere risolutiva.
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
In effetti il dolore da un pò di tempo è presente anche nell'altro polso, ma con caratteristiche diverse. inoltre quest'estate, prima una e poi l'altra, mi hanno fatto male le caviglie. Erano gonfie e doloranti, ma lavorando non ho potuto approfondire l'accaduto.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In questo caso, forse è meglio approfondire.