Utente 277XXX
Salve premetto che ho già programmato una visita cardiologica con colordoppler, tuttavia tempo fa mi è successo che dopo aver avuto due rapporti sessuali a distanza ravvicinata (nemmeno 1 ora l'uno dall'altro), nel momento dell'orgasmo del secondo (scusatemi per i termini) ho sentito come un tuffo al cuore accompagnato da sensazione di svenimento e forte malessere, come se mi fosse venuto un infarto.
Ho paura che si siano danneggiate le coronarie o altre arterie per l'eccessivo sforzo compiuto. Dal momento che mi vergogno un po' a parlare di questo al cardiologo da cui andrò , potrei sapere che genere di esami dovrei far per escludere tali evenienze?
Grazie, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A volte dopo la iperventilazione legate ad uno sforzo considerevole si hanno quei sintomi.
Le sue coronarie non hanno certamente problemi
Si tranquillizzi
Arrivederci
[#2] dopo  


dal 2015
Buongiorno dottor Cecchini, avevo richiesto un nuovo consulto rivolto esplicitamente a Lei tanto che nel titolo avevo specificato per il dottor Cecchini. Purtroppo il dottor Rizzo me lo ha respinto e non capisco il perché. Forse si sentiva un pò inferiore. Comunque lo riscrivo.

Buongiorno dottor Cecchini, sono un ragazzo di 23 anni e negli ultimi mesi sto avendo diversi sintomi come extrasistole, dolori al petto, dispnea, stanchezza che mi accompagna quasi tutto il giorno e tutti i giorni, in più soffro di ansua generalizzata con agorafobia. Ho effettuato ecg, ecg holter 24 ore (2 mesi fa), ecocardiogramma, analisi sangue complete.. tutto è risultato nella norma, nell'holter ho avuto solo 6 extrasistole sopraventricolari, con frequenza che è andata da 44 di notte a 140 di giorno. Ora, da circa due settimane ho avuto per due volte una sintomatologia strada. Come se si fermasse il cuore per ripartire dopo un paio di secondi.. quando mi succede scatto in piedi dalla paura, e dopo le cose sembrano tornare normali.. è un sintomo preoccupante? La mia paura più grande è di andare incontro a morte improvvisa.. spero possa rassicurarmi su questa sintomatologia cosi subdola... cordiali saluti

Ps: non sto prendendo nessun farmaco a parte bromazepam saltuariamente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sono banali extrasistoli che sono presenti anche nel cuore più dano
Si tranquillizzi
[#4] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Cecchini .

Volevo chiederle a tal proposito (visto che inizierò a breve una terapia da un fitoterapeuta per l'ansia se il prodotto Crespino (contenente principio attivo Berberina) e l'artiglio del diavolo possono dare problemi al cuore.
Non sò se conosce questi due prodotti in tal caso grazie lo stesso.
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Chieda al fitoterapeuta, ma mi pare proprio di no
Arrivederci
[#6] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Cecchini.
La mia paura di questa nuova sintomatologia è data dal racconto di una ragazza che ha scritto in questo sito , queste le sue parole riguardo al padre deceduto di morte improvvisa " Inoltre un suo collega di lavoro ci ha riferito che qualche mese prima, in una pausa pranzo, mentre stava riposando, si è alzato di soprassalto, dicendo che aveva avuto delle palpitazioni che gli avevano dato la sensazione di non poter respirare."

Questo è proprio il sintomo che ho sentito due volte io.. Di solito ho solo extrasistoli che non mi mettono ansia più di tanto, mentre qua mi sembra proprio che il cuore si stia per fermare.
Grazie, cordiali saluti e buona Pasqua !
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi siam tutti potenziali vittime della morte improvvisa
MUoiono 70.000 italiani l anno in questo modo
200 al giorno
Uno ogni otto minuti

Non vedo perché lei debba avere più probabilita delle mie
La saluto
[#8] dopo  


dal 2015
Salve dottor Cecchini , vorrei veramente avere le sue stesse di probabilità di morire di morte improvvisa, ma visti i sintomi che sto' avendo non penso sia (purtroppo) così..

Dispnea, stanchezza, eruttazioni di aria costante, pesantezza al petto, dolori allo sterno.. In più questi sintomi non passano nemmeno prendendo i comuni ansiolitici perciò penso che sia qualcosa di organico..

Posso chiederle dove posso fare i test genetici per la prevenzione di morte improvvisa? Non so' più cosa fare per stare tranquillo.
Ho fatto un ECG, ecocolordoppler, holter 24 ore.. cosa posso fare di più?

Una risonanza magnetica, una coronografia?

Cordiali saluti
[#9] dopo  


dal 2015
Mi perdoni dottor Cecchini. Le riscrivo per aggiornarla della mia situazione. due settimane fa ho eseguito una visita aritmologica che non ha riportato nessuna anomalia e il medico mi ha detto che la mia stanchezza è data dall'ansia e dallo scarso allenamento, e di riniziare a fare l'attività fisica minimo 4 volte a settimana con una camminata veloce.
Così domenica sono andato a camminare e nonostante mi sentivo stanco ho continuato a camminare finchè non sono stato colto da una forte extrasistole (avevo la frequenza cardiaca di 130 circa ). Cosi impaurito mi sono fermato e fatto venire a prendere. dopo l'episodio ho dolore al centro del petto che viene e va , e mi chiedo se sia il caso di passare al pronto soccorso oppure dopo 3 giorni dal fatto posso stare tranquillo?

Ancora non ho fatto la prova sotto sforzo.. per la stanchezza troppo accentuata... per questo la mia preoccupazione..
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le consiglio di eseguire un'autopsia.
Solo in quel caso lei crederebbe a me che ha le stesse probabilità' di morire dio morte improvvisa come tutti i suoi simili della stessa eta'.
Lei non ha bisogno di un cardiologo
arrivederci
[#11] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Cecchini . Mi ha strappato un sorriso con la sua ironia..
più di avere paura per la morte improvvisa ho paura di aver esagerato con lo sforzo, seppur camminando, che mi ha causato una forte extrasistole e dolore da ormai 3 giorni..
è possibile un danno cardiaco?
saluti
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Questo è il 12 esimo post che ci scambiamo.
Le ripeto che lei ha la stessa possibilità di morire di morte improvvisa di uno dei miei figli.
La probabilità è bassa , ma non zero.
Con questo la pregherei di non formularmi le stesse domande, perché riceverebbe le,medesime risposte
La saluto
Cecchini
[#13] dopo  


dal 2015
Si mi perdoni forse mi sono espresso male nel formulare la domanda poiché volevo richiedere una cosa diversa. sono sedentario e fuori allenamento anche se non fumo e non bevo ne alcol ne caffè, se dovessi esagerare con lo sforzo quali sarebbero le eventuali complicanze? Potrei andare incontro a infarto esagerando con il camminare velocemente o fare una salita?
Cordiali saluti dr Cecchini , Lei tra tutti i cardiologi che ho conosciuto mi sembra il più disponibile e competente.
[#14] dopo  


dal 2015
Dottor Cecchini.. Buongiorno.
Volevo chiederle che tipologia di esami mi consiglia di fare considerando che al momento attuale non riesco a fare sforzi , ho 23 anni e le analisi del sangue vanno bene (non sono anemico)..
Ai minimi sforzi mi sento male e se continuo lo sforzo vengo colto da palpitazioni anche forti..
Non sono riuscito a fare la prova sottosforzo per questi motivi.
Che probabilità ci sono che mi senta male seriamente durante uno sforzo come magari può essere l'attività sessuale ?
[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei non ha bisogno di fare esami.
Deve mettersi in mano ad uno psichiatra.
La saluto
[#16] dopo  


dal 2015
Buongiorno dottor Cecchini. Sono già seguito da uno psichiatra che per il momento mi ha prescritto xanax rp, e in più faccio sedute di psicoterapia da ormai 3 mesi. Ma ho dolore e pesantezza allo sterno ormai da 2 giorni, e in precedenza avevo altri sintomi.. e se mi sforzo ne ho altri ancori.
Oggi andrò dal medico di famiglia e mi farò prescrivere delle analisi. Gli enzimi cardiaci possono farmi dormire tranquillo qualora fossero negativi? Che analisi mi consiglia da un punto di vista cardiologico per poter stare tranquillo?
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei non ha bisogno di eseguire ne enzimi ne altri esami
Arrivederci
[#18] dopo  


dal 2015
Ok grazie faccio un ultima domanda e poi tolgo definitvamente il disturbo. questa mattina ho avuto un rapporto sessuale che inizialmente non volevo concludere poiché mi sentivo gia molto stanco, ma che poi dato dalla foga ho concluso. Subito dopo l'orgasmo ho avuto principi di svenimento senso di oppressione al petto e mancanza di forze. Ho misurato i battiti erano 130 circa.
Volevo chiedere se in queste condizioni (di scarso allenamento presumo) se dovesse riaccadere di avere un rapporto come quello di oggi rischio seriamente qualcosa.
Oppure è tutta una cosa psicologica anche se mi sembrava di stare per morire al momento.
Spero mi toglierà questo ultimo dubbio visto che non ho avuto il coraggio di domandarlo a chi mi ha visitato.
La ringrazio
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A parte la curiosità di calcolare la,frequenza cardiaca dopo un orgasmo, le ripeto che il suo rischio è bassissimo, come tutti i cristiani della sua età, al contrario di me
La,saluto
[#20] dopo  


dal 2015
Grazie dottore ho capito che il rischio è molto basso ma ciò che vorrei capire è se quando ho queste sintomatologie sono piu vicino di altri a star per morire oppure è una cosa psicologica? Cioè fare uno sforzo senza allenamento e avere quei sintomi che avevo io mi espone a rischi? In ultimo. Il medico di base mi ha detto che per fare una vita tranquilla se ho questa paura posso assumere un antiaritmico di classe 3 che a suo dire oltre ad essere leggero copre anche dalle aritmie letali. È vero ciò che mi è stato detto? Il mio medico di base non è cardiologo.
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dubito fortemente che il suo Medico di base le abbia proposto una terapia antiaritmica sulla evidenza di...niente.
In caso contrario passerebbe notevoli guai dal punto di vista legale.
Ritengo invece che lei vada troppo su internet e che si faccia diagnosi e sui proponga terapie.
Per tale motivo sposto il suo post in psichiatria.
La saluto