Utente 374XXX
Buongiorno,vorrei avere una delucidazione in merito a dei miei sintomi,e se possibile vorrei fare anche una domanda tecnica,in attesa di un eventuale risposta ringrazio cordialmente lo staff medico:sporadicamente avverto degli extrasistoli,si accentuano nei momenti di stress maggiore soprattutto in un esame universitario,ho comunque eseguito un holter cardiaco 24h un anno fa e riportava solo 7 extrasistoli ventricolari in 24h,un mese fa ho eseguito anche un ecocardio:ventricolo sinistro di normali dimensioni, spessori e cinetica regionale
normale funzione di pompa fe 63%.valvola aortica tricuspide con normali movimenti di escursione .lieve inginocchiamento del LAM , atri e ventricolo destro Nella norma. VI normocollassante con gli atti respiratori. minimo scollamento pericardico . conclusione:esame compatibile con normale funzione di pompa ventricolare sinistra fe 63% minimo scollamento pericardico,
Per essere pignoli ho preferito comunque eseguire un emocromo e PCR,risultando un quadro di leucociti buono,globuli bianchi nella norma ,lo stesso vale per i granulociti,la PCR risulta 0,1(0-20),emoglobina:15,5.
essendo uno sportivo(non a livelli agonistici),mi limito ad una corsetta leggera di 20-30 minuti,boxe e sollevamento pesi leggeri ho eseguito anche un test da sforzo cicoloergometrico un anno fa raggiungendo una frequenza di 182 bm e PA 175\85,assenza di aritmie sottosforzo e buon recupero fisiologico,la domnda tecnica che vorrei fare e questa:in vent anni ho avuto due episodi di extrasistolia ripetuta,entrambi provocati da un forte stress emotivo,litigi prolungati,stress di un esame universitario,e la modalità era la seguente:due battiti normali ed uno extrasistolico,due battiti normali ed uno extrasistolico,il tutto prolungato per un minuto circa,sono uno studente universitario e gli studi di fisiologia mi stanno turbando un po,ammesso che i due battiti sinusali che precedono quello extrasistolico abbiano un complesso QRS nella norma a me sembrerebbero secondo le modalità descritte extrasistole trigemine non so se siano ventricolari o atriali anche perché essendo episodi molto sporiadici credo sia impossibile documentarli,comunque volendo pensare al peggio, extrasistoli ventricolari precoci (aspetto R\T) superiori a 5 al minuto(questo è sicuro perché ne documentai di più) possono innescare artimie pericolose?, non vi è motivo di pensare che l'episodio a me accaduto possa trattarsi di una TV non sostenuta? mi scuso per le eccessive domande,grazie in anticipo,Cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non c'è alcun motivo razionale per validare le sue supposizioni (TV non sostenuta o aritmie pericolose). Sembra che lei soffra di banali extrasistoli benigne facilitate dallo stress psico-fisico. Il suo cuore è normale e quindi non c'è motivo per pensare al peggio.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo nel rispondermi tempestivamente,se me lo consente vorrei chiedere un ultima cosa dopodiché non la disturbo più:
So che generalmente uno scollamento dei foglietti pericardici è fisiologico,ma nel mio caso,l'ecografista ha voluto scrivere alla fine del referto minimo scollamento pericardico,secondo lei è da considerare come condizione parafisiologica oppure starebbe ad indicare qualcosa di non fisiologico considerando gli indici di floglosi nella norma?
il fatto che negli eventi citati prima,abbia più extrasistoli in un minuto indicherebbe una prognosi più negativa rispetto a una persona che ha extrasistoli monomorfi isolati?
La ringrazio molto in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sul valore dello "scollamento pericardico" nel suo caso specifico non posso esprimermi, non avendo la possibiltà di visitarla....come ha già detto lei spesso è un reperto privo di valore patologico, che và contestualizzato nell'ambito clinico del paziente che lo presenta. Per le extrasistoli non è la ripetitività che ne esprime la gravità, ma una serie di criteri che devono necessariamente far riferimento ai risultati delle indagini diagnostiche, come la sede di origine, l'intervallo di accoppiamento, l'associazione o meno con alterazioni della struttura e funzione del cuore etc etc, parametri che può valutare solo il suo cardiologo di fiducia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
Capisco,io sinceramente nel mio piccolo non credo che si tratti di pericardite,codesto minimo scollamento è stato riscontrato anche nell' eco di sei mesi fa,poi con indici infiammatori VES e PCR nella norma,emocromo nella norma l'ipotesi diventa ancor più remota,poi magari sto dicendo una "bufalata" me lo confermi lei che è molto più esperto di me,per quanto riguarda le extrasistoli l'holter di un anno fa riporta:ritmo sinusale,frequenza media 86bm ,minima 51 bm alle ore 2:37,132bm ore 18:30,7 bev ,assenza di besv,run e flutter atriali,quindi non specifica il punto di inizio dell'extrasistole ventricolare,l'intervallo e l'accoppiamento,è sufficiente lo stesso o è il caso di ripeterlo? grazie.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, non si tratta di esperienza....è molto probabile che non abbia alcun valore (e questa opinione l'ho già espressa), ma una conferma può dargliela solo il suo cardiologo di fiducia, non noi, a distanza, senza poterla visitare né eseguire indagini diagnostiche....
Per le extrasistoli 7 in 24 h sono una goccia nel mare e non hanno alcun significato.
Solo se lei avverte cambiamenti rispetto all'Holter eseguito può ripeterlo, ma è più importante aver fatto un Ecocardiogramma (ed essendo lei uno sportivo dovrebbe averlo fatto) che se negativo conferma la benignità dell'extrasistolia.