Utente 373XXX
Gentili Dottori,

da più di un anno, a periodi cadenzati, soffrodi vertigini soggettive

visite neurologiche negative ed una rm di cui riporto il testo:

Degenerazione discale in L5-S1 ove sì riconosce ernia ad estrinsecazione mediana-para mediana sx.
Normoldratate le restanti componenti discali visualizzate.
Canale venebrale dì ampiezza regolare.
Fenomeni infiammatori a carico delle faccette an1colari mterapofisarie nel tratto dì colonna distale
esaminato.
Regolare morfologia e segnale delle radici della cauda per quanto apprezzabile con apparecchiatura RMN a
basso campo.

RMN encefalo e cervicale:

Esame eseguito con sequenze TSE Tl, T2, DW e FLAIR, acquisite secondo piani multipli.

Non si apprezzano alterazioni morfologiche e/o di segnale a carico del tessuto nervoso endocranico.
Sistema ventricolare in asse, normodelineato e privo di segnale patologico.

RMN Rachide Cervicale
Esame eseguito con sequenze TSE, Tl e T2 pesate e T2 Fast, acquisite secondo piani multipli.
A livello C5-C6 globale protrusione posteriore dell'anello fibroso discale e piccola ernia discale subligamentaria postero laterale destra.
A livello D3-D4 piccola ernia discale postero-laterale sinistra.
Il midollo cervicale appare normodelineato e privo di segnale patologico

il problema è che sabato scorso ho avuto un episodio di vertigine oggettiva, durato circa sue ore. ho vomitato, sono andato a dormire e da allora sono stato bene.

il mio curante ha escluso qualsiasi problema neurologico. a dicembre ho fatto una visita ORL completamente negativa

pertanto chiedo la Vostra su questa situazione.

grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché il suo disturbo permane nonostante le indagini e le cure del caso le suggerirei di non trascurare una possibile causa di vertigine spesso dimenticata: la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) . Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici, o non se ne trova la soluzione , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione.
La vertigine, di questi sintomi è forse il più tipico.
Pertanto le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare e di rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti coltivano questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
http://www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Gent.Mo Dottore,

La ringrazio per la Sua esaustiva risposta.
da quanto ho capito, la disfunzione ATM può influire sulla postura. Sul punto, devo dirLe che accuso da diverso tempo una leggera contrattura della zona cervicale, quasi come se la stessa fosse 'impastata" e non troppo mobile.

Parlando in linea teorica, potrebbe essere sempre di interesse gnatologico?

lo chiedo perché, per rivolgermi a questo specialista, dovrei necessariamente uscire fuori regione, con tutto quello che questo comporta.

La ringrazio tanto.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Se ha letto il secondo link, al quesito sul collo la risposta l'ha già.
Cordiali saluti ed auguri