Utente 375XXX
Gentili medici,
pz.con ipercolesterolemia familiare (col.tot. 290, hdl 230) in trattamento con riso rosso fermentato,
simpaticotonico e lievemente iperteso (135/85). Da qualche mese noto le giugulari gonfie, soprattutto la sinistra. Avverto inoltre un lieve dolore tra l'orecchio e l'osso mandibolare, soprattutto a sinistra. Di recente effettuati Ecg a riposo e sotto sforzo, ecocardiografia e ecocolor doppler tronchi sovraortici, risultati tutti nella norma. Vi chiedo di indicarmi se i segni che vi ho indicato siano clinicamente significativi, sapendo che il turgore delle vene giugulari può rappresentare uno dei segni dell'insufficienza cardiaca.
Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
in presenza di negatività di una visita clinica (che credo sia stata eseguita dal suo cardiologo di fiducia per poi prescriverle indagini specifiche come il test da sforzo e l'eco) e di un ecocardiogramma che dimostra normale funzione e struttura del cuore, non c'è alcun motivo di pensare a uno scompenso cardiaco. Il turgore delle giugulari quindi non può essere associato a problematiche cardiache e su altre cause che non siano di pertinenza della mia branca d'interesse ovviamente non mi esprimo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dr. Rillo,
grazie per il suo contributo.
La visita cardiologica non è stata eseguita, in quanto non prescritta dal mio medico di base. Solo gli esami che le ho precedentemente elencato.
La distensione delle vene del collo prima non era presente. Ho notato inoltre che il fenomeno è più evidente quando dal barbiere indosso la mantellina che stringe il collo. Sono un po' allarmato e penso di farmi vedere dal mio curante.
Vorrei sapere se il segno di cui parliamo può essere l'unica espressione, almeno in fase iniziale, di un quadro patologico.
Cordialità.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lo può escludere solo uno specialista cardiologo con una visita e non il suo medico di base....
[#4] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dr. Rillo,
sicuramente si tratta di una valutazione specialistica, però per poter farmi valutare devo necessariamente passare dal medico curante, per lo meno per quanto riguarda la richiesta di visita cardiologica.
So bene il danno che deriva dal reperire notizie in maniera indiscriminata su internet, però ho letto che spesso il turgore delle giugulari può accompagnarsi a edemi periferici(assenti), dispnea e esaurimento muscolare dopo brevi sforzi (presenti da un po' di tempo effettivamente). Quest'ultimo sintomo in particolare lo attribuivo al fatto che soffro di una sindrome ansioso depressiva che sto affrontando in analisi con una psicoterapeuta.
A questo punto credo che non resti altro da fare se non sottopormi a un controllo specialistico, anche se molto spesso ho notato che il cardiologo, considerata la mia età, tenda un po' a sottovalutare il mio caso.
Cordialità e grazie per il servizio offerto.