Utente 382XXX
Salve sono un ragazzo di 20 anni...premetto che sono un soggetto ansioso...inizialmente soffrivo qualche mese fa del "tuffo al cuore" come se si stesse per fermare...così ho effettuato un ecg in ospedale con tutti valori nella norma tranne un aspetto rsr' in V1...in ospedale appunto non mi hanno detto nulla, ma io ho comunque effettuato una visita cardiologica da un privato effettuando un nuovo ecg sempre nella norma e un ecocardiogramma... il cardiologo ha precisato che il mio cuore è sanissimo e che soffro di una marcata aritmia sinusale respiratoria molto diffusa nei giovani e negli sportivi...ultimamente però quando gioco la mia partita settimanale a calcetto avverto dei giramenti di testa, che sono sostituiti da un formicolio sempre alla testa...appena rilevo questi sintomi mi sento sempre più affaticato e non rendo come un tempo...premesso questo ho ipotizzato che si potrebbe trattare di pressione bassa, ma io da quando sono bambino ho sempre avuto dei valori relativamente bassi, per cui non ho dato mai rilevanza a quei valori...la pressione massima non supera normalmente i 110 e la minima a volte va sotto i 60...mi scuso per la domanda troppo lunga ma volevo fornire un quadro clinico il più dettagliato possibile...Potrebbe essere la mia ansia continua a procurarmi questi disturbi ? O dovrei fare altri esami nonostante secondo il cardiologo, il mio cuore sia sanissimo ? Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, la negatività della stratificazione cardiologica con visita e esami strumentali esclude che i suoi sintomi siano legati al cuore....il fatto invece che lei continui a pensare che questo sia possibile è tipico di una sindrome ansiosa che giustifica anche i suoi sintomi....mi sbaglierò (visto che non la conosco e valuto il problema a distanza solo in base alle sue parole e a quanto ha riportato), ma sembra che lei soffra di ansia patologica...forse uno psicologo può esserle di aiuto se il problema continua.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta...effettivamente molte volte ingigantisco piccoli sintomi...devo cercare di rilassarmi e sconfiggere questa ansia.
Cordiali saluti