Utente 948XXX
Salve espongo il mio problema: sono un Giovane di 30 anni di Napoli e all`eta` di 6 anni ho avuto la parotite con relativa infiammazione dei testicoliho da poki mesi ho fatto diversi spermiogrammi con esito azoospermia. FSH oscilla tra 26-24. Ho fatto l`eco scrotale tutto nella norma. L` eco prostatico transrettare tutto nella norma tranne le veschichette un po` piu` piccole. L`cocolordoppler ha rilevato un varicocele di II grado a sx e I grado a dx.
Ho fatto l`esame colturale dello sperma : negativo. I tamponi negativi tranne la gardnerella. Resto in attesa dei risultati genetici (Cariotipo e microdelezioni del crom.Y). Assumo flecainide e beta-bloccanti per aritmie.
Conslusioni : Azoospermia; fsh alto; varicocele; gardnerella.

Il mio problema dipende da questi due problemi(Varicocele e gardnerella? o e` imputabile all`infiammazione da parotite? Esiste un metodo per capire se i tubuli seminiferi sono danneggiti? Potro` mai risolvere il mio problema e avere dei figli?

Mi scuso per essermi dilungato ma ho pensato che fosse importante dare un quadro piu` completo possibile grazie mille anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
per quanto riguarda l'episodio parotitico, che Lei riferisce comunque nell'infanzia, è appurato che spesso tale infezione virale comporta un consensuale coinvolgimento testicolare. Le orchiti (infiammazioni dei testicoli), sia da cause infettive che autoimmuni, sono responsabili di alterazioni della linea cellulare germinale mentre in genere risparmiano quella delegata alla funzione endocrina. Il danno può essere varibile da una lieve oligozoospermia sino alla franca azoospermia, come sembra evidente nel Suo caso. I livelli di testosterone e di LH sono normnali, l'FSH chiaramente risulterà elevato.
Giustamente Le è stato consigliato di eseguire anche il cariogramma. Così come bene ha fatto a sottoporsi allo studio ecografico dell'apparato genitale e delle ghiandole annesse.
Una volta completato l'iter diagnostico, a mio modo di vedere, non resta che programmare la biopsia testicolare bilaterale, in grado di evidenziare l'eventualte presenza nei tubuli seminiferi di cellule germinali e di quantificare l'arresto maturativo della linea seminale.
Le risposte ai Suoi giustissimi interrogativi non possono prescindere da questi dati.
Non darei, ormai, importanza alla presenza di una condizione di varicocele.
Tenga presente che, nonostante i nostri consigli, la Sua è una situazione che merita un attento esame Specialistico Andrologico, reale e non "virtuale".
Ci tenga informati di eventuali nuovi sviluppi.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO