Utente 391XXX
Salve,

dato che la mia fidanzata (partner stabile, entrambi senza malattie infettive) era vergine, nei primi rapporti sessuali ha avuto perdite di sangue vaginali per una decina di volte; la sua ginecologa ha detto che è normale in quanto l'imene si era rotto parzialmente. Io, tuttavia, ho ingerito piccole quantità di suo sangue (e probabilmente toccato con la lingua anche punti interni "lesi", non so se vere e proprie ferite) e mi chiedevo se da un lato i batteri nella saliva potessero fare qualcosa a contatto con ferite aperte e, dall'altro, se io ingerendo involontariamente piccole quantità di sangue possa contrarre qualche malattia.

Grazie mille, a presto.
[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
se la fidanzata avesse una qualche forma di epatite potrebbe anche trasmetterla.
Difficile ma non impossibile.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2007
Siccome sono certo che lei non ha malattie come epatite o aids quindi posso esser sicuro che tramite saliva (su eventuali tagli) e sangue non si possa trasmettere nulla di grave?

Grazie ancora per le risposte.
[#3] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Ci sono anche altre malattie a diffusione sessuale , tipo la sifilide ad esempio.Lo dico per precisione più che per altro.
Non stia a preoccuparsi altrimenti si troverà con un qualche problema psicologico.
Secondo me ,l'unico rischio , se così si può definire , è una gravidanza indesiderata.
cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille per le rassicurazioni, un saluto.