Utente 276XXX
egr. dott. Cecchini le riscrivo perchè mi trovo confuso circa l'assunzione di peptazol e xarelto , come assunzione PERENNE di entrambi , per f.a.(assieme a cardicor) . Lei mi dice ce se non ci sono problemi gastroesofagei in atto o pregressi , l' associazione tra i due farmaci non deve essere effettuata , non essendo il NAO gastrolesivo . Ora le riferisco cosa mi ha detto il primario cardiologo universitario del reparto ove è stata ricoverata mia moglie a proposito del NAO associato all' inibitore di pompa : << il problema non è la gastrolesivita' del NAO, ma il suo effetto anticoagulante che comporta un rischio di emorragia gastrica . E' questo rischio che giustifica la protezione gastrica con un inibitore di pompa ! >> . Cosa mi dice dopo questa dichiarazione , egr. e gentile dott. Cecchini ? Mia moglie non vorrebbe assumere perennemente il peptazol ! Grazie e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo Xarelto NON è gastrolesivo. Essendo un farmaco anticoagulante può favorire sanguinamenti da alterazioni ore esistenti ( esempio un polipo del colon od una ulcera gastrica pregressa..)
Inoltre gli IPP non possono essere somministrati vita natural durante.
Quindi non vedo la necesssita della,associazione
Arrivederci