Utente 388XXX
buona sera.vi chiedo aiuto perchè da piu di una settimana ho sintomi che mi spaventano.il mio problema è che la mia arteria temporale sinistra in un certo tratto si presenta visibile e pulsante e a volta mi accorgo che se la tocco ho un fastidio.tra l'altro ciò è accompagnato da un certo bruciore all'occhio e da dolore mandibolare,non tanto quando mastico ma intermittente,con rumore dell'articolazione quando apro la bocca e che si estende al collo e quando mi sveglio la mattina o faccio sforzi sento tirare in zona temporale e una sorta di sensazione di calore.una cugina di mia mamma da 2-3 mesi ha scoperto di avere un'arterite temporale e la paura grossa che non mi fa stare bene è che possa avercela pure io.il mio dottore ritiene l'ipotesi ridicola perchè secondo lui alla mia età è pressochè impossibile e che si tratta al massimo di disturbi atm perchè avrei dovuto avere altri sintomi come la febbre,che non ho,e le pulsazioni dovrebbero essere ridotte e non evidenti.io però sono comunque spaventato e vi chiedo che ne pensate.spero in una rapida risposta,ho veramente una grossa preoccupazione.grazie per l'attenzione

Saluti Cordiali
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, credo si possa concordare con il suo dottore: i sintomi riferiti
( dolore mandibolare,.....,con rumore dell'articolazione quando apro la bocca") sono tipici di una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Molto probabilmente nel suo caso è presente una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Nel normale, i condili mandibolari di entrambi i lati sono in rapporto con la parete antero superiore della cavità articolare ( Cavità Glenoide) ; fra le superfici articolari è interposto un menisco . Condilo e menisco dovrebbero muoversi in sinergia ogni volta che muoviamo la bocca, come , ad esempio , nella masticazione: se questa situazione viene mantenuta, non ci sono rumori particolari.
Accade però che, per vari motivi, in parte congeniti, in parte per un anomalo sviluppo scheletrico, per la irregolare eruzione degli elementi dentari decidui e permanenti (malocclusione), alle quali cause è bene aggiungere anche la mano non sempre riguardosa del dentista ed i traumi che il soggetto può subire, i condili possono dislocarsi in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore di schiocco (click), più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti, per cui il click si percepisce praticamente ad ogni movimento.
Se invece, la mandibola viene mantenuta in posizione avanzata, la dislocazione non avviene , e il rumore non si sente.
Sul funzionamento dell''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classic
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

E' molto importante che il Dentista al quale si rivolgerà sia esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell'ATM.
Le suggerirei di dare un'occhiata all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

P.S: la diagnosi di Arterite Temporale della sua parente è di certezza? Come sta volvendo?
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio tanto dottore,anche per le utlissime informazioni dei link.per quanto riguarda la cugina di mia madre si,è di assoluta certezza,fece una biopsia dell'arteria e le fu confermata,anche se non saprei dirle precisamente cosa stia prendendo per la cura,però sembra andare abbastanza bene.per quanto riguarda il mio caso,anche io credo possa dipendere da problemi mandibolari,le confermo leggendo i link che ad esempio quando sono stressato nel momento in cui apro la bocca sento un rumore alla mandibola,come fosse stata bloccata per troppo tempo e ho il collo bloccato,però questo timore ce l'ho perchè al tatto mi sembra che quando premo l'arteria superficiale ho dolore che arriva anche all'occhio e quando dormo ad esempio su un alto sento come la guancia addormentata.il mio medico continua a ritenere la cosa impossibile perchè non ho l'età assolutamente per tale patologia ma comunque questi sintomi non costanti permangono,lei pensa come lui che dovrei togliermela di testa tale preoccupazione?grazie di tutto.

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Penso come lui che molto , se non anche tutto, potrebbe dipendere dall'ATM.
Credo che via rete, senza poter vedere direttamente il caso, non si possa dire di più.
Come già le dissi, è molto importante che il Dentista al quale si rivolgerà sia esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Cordiali saluti ed auguri
[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Io la ringrazio dottore per la risposta e i suoi auguri e cercherò scrupolosamente un dentista esperto di tali problemi,anche perchè a lungo andare limitano molto anche la qualità di vita.quindi ritiene anche che questo presunto coinvolgimento dell'arteria quando la tocca possa essere dovuto a una disfunzione ATM?grazie mille per la disponibilità.

Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Credo che la sintomatologia riferita possa essere collegata con la tensione cronica del muscolo temporale, quasi sempre coinvolto nelle disfunzioni ATM.
Ripeto però che bisognerebbe poter vedere direttamente la situazione.
Cordiali saluti e rinnovati auguri
[#6] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio di tutto dottore.mi orienterò sul problema da lei segnalato e discusso anche con il mio dottore.e la ringrazio ancora per gli auguri.buone cose.

Cordialitá