Utente 930XXX
Buongiorno a tutti, ho 31 anni e da circa un anno insieme alla mia compagna (39 anni) stiamo cercando di avere un figlio (lei ne ha già uno di 6).

ho effettuato un primo spermiogramma circa 20 giorni fa con esito "poco chiaro" definito così dal medico di base che mi ha consigliato un andrologo che ha confermato l'inattendibilità assoluta, in quanto il laboratorio non aveva rispettato dei parametri di base.

seguendo il suo consiglio mi sono rivolto ad un altro laboratorio da cui ho ritirato stamattina il referto.
questo riporta i seguenti parametri:

aspetto: OPALESCENTE
colore BIANCO-GIALLASTRO
quantità: 1,2 ML (2-6)
reazione- PH : 7,7 (7 - 7.8)
numero nemaspermi : 126 milioni (100 - 200)
mobilità al prelievo : 65% (80 - 90)
mobilità dopo 2 ore : 60% (60 - 80)
mobilità dopo 24 ore : 2% (0 - 10)
forme normali : 63% (32 - 0)
forme appuntite : 8% (0 - 59)
forme arrotondate : 10% (0 - 9)
forme doppie 7% (0 - 17)
forme amorfe 12 (0 - 12)
Anomalie della spermatogenesi : Assenti (assenti)

ESAME MICROSCOPICO:
30-40 LEUCOCITI P.C.M.
6-8- EMAZIE P.C.M.
Rare cellule rotonde
Presenza di cellule epiteliali
Assenza di movimenti circa il 35%
Assenza di agglutinazione
Presenza di flora batterica mista


N.B. SI CONSIGLIA ESAME COLTURALE.

Qualcuno potrebbe gentilmente aiutarmi a capire prima di ritornare dall'andrologo?

Grazie infinite



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se l'attuale laboratorio ha seguito le indicazioni dell'OMS 2010, il suo esame sembrerebbe indicarci parametri normali esclusa la presenza di flora batterica mista che potrebbe indicarsi o una contaminazione del campione, durante la raccolta, oppure un'infezione e per questo è stata consigliata anche una valutazione colturale.

Risenta ora il suo andrologo e verifichi se il laboratorio utilizzato segue o no le indicazioni aggiornate date dall'OMS.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 930XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille Dottore per la risposta chiara e celere.
Domani porterò allo stesso laboratorio il campione per l'esame colturale.
Il parametro "preoccupante" per me che sono profano, è dato dalla presenza di leucociti 30-40 ed emazie 6-8, ed inoltre il valore della Quantità (credo si riferisca al volume di eiaculato) riportato: 1,2 ML quando i valori normali dovrebbero essere compresi tra 2 e 6.

Cosa ne pensa?

Saluti e grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche questi parametri non perfettamente nei limiti, farebbero pensare ad una possibile infiammazione delle vie seminali.

Fatta la valutazione colturale e risentito il suo andrologo, se lo desidera, ci riaggiorni.

Ancora un cordiale saluto.