Utente 262XXX
Mi chiamo Annamaria ho 48 anni e soffro di tiroidite di Hashimoto cronica e prendo Eutirox 50. Dal mese di luglio soffro anche di extrasistole: nodo alla gola battito cardiaco che salta, con singoli episodi dapprima ogni 10 gg. circa ora piu' ravvicinati dalla durata di circa 2 ore e prevalentemente di sera. A volte poi le extrasistole sono una dietro l'altra che sembra quasi morire. Spaventata sono andata dal cardiologo ma in quel momento non ne avevo. ECG negativo ho un soffio ma gia' da molti anni, e mi ha detto che dipende dalla compressa di Eutirox. e di prendere una mezza compressa di inderal 40 la mattina ma leggendo il bugiardino mi sono spaventata e non le sto prendendo lei cosa mi consiglia effettuare altri esami o no? come si fa a capire se si tratta di extrasistole buone o cattive? in attesa di leggerLa invio cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I pazienti che assumono regolarmente L-tiroxina possono andare incontro a sintomatologia come quella da Lei riferita. Se ha qualche timore circa la terapia consigliata dal collega -peraltro a dose minima- può sottoporsi ad un ECG dinamico (Holter) che chiarirà definitivamente al curante tipo, frequenza e periodicità degli eventi aritmici. Inoltre, se non lo ha già praticato, consiglierei un ecocolordoppler cardiaco per approfondire la diagnosi di quel soffio di cui ha parlato.
Naturalmente dovrebbe evitare, più che mai in questa fase diagnostica, l'assunzione di sostanze potenzialmente eccitanti (fumo, caffè, the, ecc.ecc.)
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per i consigli, ma vorrei ancora chielerLe se nelle 24 ore che eseguo l'holter non ho episodi di extrasistole? Infatti ci sono dei giorni che non ne avverto neanche una, oppure ci sono sempre ma non sempre si avvertono? Un ultima cosa secondo Lei le gocce di biancospino e il potassio possono aiutare? Grazie ancora e saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dopo aver eseguito gli esami che Le ho consigliato, se il collega che la visiterà avrà dei fondati dubbi sulla Sua eventuale patologia, Le consiglierà gli esami cui potrà sottoporsi. Infine, le gocce di biancospino non hanno controindicazioni, mentre andrei più cauto con il potassio, a meno che non intenda assumerlo con piccole dosi di bevande con integratori (ma non ne vedo la necessità).
Cordiali saluti