Utente 193XXX
Gentili Dottori, sono una ragazza di 28 anni, da 2 anni accuso un dolore in sede paravertebrale destra, collo e zona trapezio, con forte limitazione fisica, da qualche mese il dolore si è esteso a tutto l'emidorso dx, e zona pettorale e fossa sovraclaveare . Ho eseguito una rm spalla, scapola e braccio destro , nell'esito risulta tutto nella norma tranne che per il tendine del sottoscapolare risulta assottigliato e di aspetto lasso in sede preinserzionle omerale, come per lacerazione subtotale non recente. E minima falda liquida intrarticolare. Io sono una studentessa sedentaria, non ho mai praticato sport, non ricordo alcun trauma. Segnalo che circa 7 mesi prima, ho avuto forti dolori all'inguine sx, feci una rm che evidenziò una zona di alterato segnale a carico del tendine del muscolo dell'otturatore interno, e una sacroileite a dx (ma non ho mai accusato sintomi) . Anche in questo caso non ricordo di aver subito traumi. Adesso non ho più dolore ma il movimento non è fluido, si sente uno scatto ogni volta che porto la coscia verso o petto.

Volevo chiedere in questi casi di lacerazione cosa si fà?

Siccome mi sembra strano che mi succedono queste cose senza che pratico sport ecc... Ci sono situazioni che favoriscono queste tendinopatie ricorrenti o la degenerazione precoce dei tendini ? Cosa dovrei ricercare, a chi rivolgermi?
Ho fatto numerose visite ortopediche e due reumatologiche(speso migliaia di euro) fatto analisi per le connettivopatie, ma i valori sono risultati nella norma. Nessuno che mi sappia fare delle risposte, tutti si appigliano al fatto che non ho una buona postura.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Una lacerazione parziale del tendine sottoscapolare (SSC) va indagata con una visita del Chirurgo della Spalla al fine di stabilire le ripercussioni sull'evidenza clinica ovvero cosa ha provocato nel movimento della spalla (ROM=range of motion).
A volte può essere che non vi siano ripercussioni mentre altre volte si. In questi casi il chirurgo della spalla, dopo aver valutato clinicamente la situazione, stabilisce la terapia più adeguata.
Piuttosto consiglio di effettuare una terapia per la "conservazione" dello stato dei tessuti tendinei. Vi sono molti integratori in commercio. Ne parli con il suo medico curante (uno di questi potrebbe essere il Tendiflox).
Auguri
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per avermi risposto, avevrei un'altra domanda, io accuso dolore esclusivamente dietro, nella zona scapolare e vicino l'ascella, lontano dal punto di lacerazione , anteriormente alla spalla no. Questo è compatibile con tale lesione?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Si... potrebbe essere compatibile ma, come già scritto, le consiglio un consulto con il Chirurgo di Spalla.
Mi tenga informato.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Sono stata visitata da un chirurgo della spalla, ha trovato l'articolazione libera, e non dolorante, clinicamente non ha riscontrato limitazioni . Lui riconduce i miei problemi al fatto che zoppico da 3 anni poggiandomi sulla gamba dx, quindi ho squilibrato tutto.
Mi ha consigliato di migliorare lo stato muscolare facendo piscina. Spero in bene
[#5] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Grazie delle informazioni.
Auguri
[#6] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Salve, nonostante aver seguito i consigli dell'ultimo Professore che mi ha visitata, ho soltanto avuto lievi e momentanei benefici. Praticamente vivo con questo dolore cronico alla scapola da quasi 3 anni, non mi ha mai lasciata un giorno... Ci sono giorni che aumenta a fitte e sento i muscoli interessati come perennemente contatti. Dott. Grosso, nelle mie ricerche ho trovato un suo articolo dove parla dell'intrappolamento del nervo sovrascapolare, questo articolo mi ha fatto pensare, più che altro è stata l'immagine, dove è raffigurato un altro nervo che decorre lungo il margine mediale della scapola (proprio dove ho il dolore!) ho scoperto trattarsi del cosiddetto nervo dorsale scapolare, mi sono chiesta se non sia proprio lui la causa del mio tormento, non si può capire come condiziona la mia vita, giorno e notte, il mio caso è stato valutato da 4 ortopedici con scarsissimi risultati . In caso a chi mi dovrei rivolgere? Specialista della spalla? Neurologo? Neurochirurgo?