Utente 811XXX
Egr.Dottori

sono a scrivere per problema di mia sorella.

Anni 68,ipertesa,nel 2008 episodio di fibrillazione atriale risolto con cardioversione farmacologica. Eseguito eco,risultato nella norma.

Venti giorni fa di sera presenta cardiopalmo,le sento il polso e riconosco nuovamente la fibrillazione ( io, mia sorella l abbiamo avuta,mentre mia madre è in fibrillazione persistente)andiamo al P.S dove confermano tutto, frequenza cardiaca intorno a 150-160.Carico con Cordarone e aggiunta flebo con Seloken,dopo un giorno di osservazione viene dimessa alle ore 18 ancora in fibrillazione con indicazione di iniziare Coumadin e dopo 3 settimane di range vedere Cardiologo per eventuale cardioversione,naturalmente viene prescritto Clexane 6000.Il giorno dopo verso le 12 le sento il polso e forse per la durata del Cordarone rientra in ritmo ( ho anche un misuratore di pressione che segnala la fibrillazione e non evidenziava piu il battito anormale.

Prenoto visita dal cardiologo e intanto continuo col clexane perchè mia sorella non vuole prendere il coumadin.Ieri fatta visita ,confermato ritmo sinusale,cuore e polmoni nella norma,viene fatta terapia con Xarelto 20 mg 1 al di,bisoprololo 2.5mg 2 al di per profilassi e la solita compressa di Losartan-idroclorotiazide 50+12.5 che gia prendeva.

Oggi il medico curante le ha detto di prendere solo una compressa di bisoprololo alla mattina.Dottori cosa devo fare?Il bisoprololo non ha una durata tale da coprire l intera giornata e io sono un po perplesso.

Volevo anche aggiungere che eco ai vasi del collo di un anno fa ha evidenziato stenosi al 40%

Voi cosa consigliate?

Certo di una Vs.risposta ,Ringrazio fin d ora tutti Voi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Bisoprololo non ha certo la possibilità' di mantenere il ritmo simulasse.
Occorrono altri farmaci quali la flecainide, propafenone, o l'amiodarone.
Per cio che concerne il Coumadin e lo XArelto può' far presente che al momento non esiste alcun antidoto per i nuovi anticoagulanti orali in caso di emorragia grave, mentre per il Coumadin esiste.

Ovviamente i NAo sono molto efficaci e più' comodi, ma non e' che sia la bizza di una paziente a far decidere al medico cosa prescriverle.
Quindi la terapia va ampiamente rivista, a mio avviso
arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Egr.Dr.Cecchini

Grazie per la risposta

Per quanto riguarda il problema Xarelto e relativo antidoto l ho fatto subito presente al Cardiologo e lui ha detto che l ha prescritto ha numerosi pazienti che si sono trovati bene e non hanno mai avuto problemi ( naturalmente ciò non può essere presa come cosa sicura e certa,ogni persona ha una storia a se)

In effetti a me avevano prescritto il rytmonorm che poi ho dovuto sospendere per problemi al fegato.

Il Cardiologo di mia sorella è lo stesso che da 10 anni segue mia madre per grave stenosi valvola aortica ( lavorando in cardiologia ospedale di rimini l ha operata 3 volte di valvuloplastica,ma anche questa affermazione non può essere presa come esempio incrollabile ) ed è una persona veramente umana.

Mi metterò in contatto con lui,oppure opterò per un secondo parere e la terrò informata.

Grazie ancora,Dr Cecchini