Utente 400XXX
Buongiorno, da circa 15 mesi ho un persistente problema al testicolo sx. Alla palpazione sento una piccola ciste, inizialmente estremamamente dolorosa, adesso mi da solo una sensazione di peso. Premetto che mi è stata diagnosticata (quasi contemporaneamente alla comparsa dei sintomi testicolari) a mezzo ecografia, sempre sul lato sx, una punta d'ernia inguinale con linfonodo annesso, anche questo problema mi causa una sensazione di fastidio intemittente, ma non dolore. Ho fatto due visite specialistiche e varie ecografie/ecodoppler, queste le diagnosi e le cure: nel 9/2014 ecografia presenza di piccola idatide del Morganti nel contesto dell'epididimo sx senza altre alterazioni focali dei didimi e degli epididimi, segue visita urologica con diagnosi di ispessimento epididimo dolente a palpazione, piccola falda idrocelica a sx e non segni di varicocele clinico. Cura a base di CIPROXIN 1000 1cpr al di per 5 gg più DEFLOGO 2cpr al di per 10gg. Segue ecografia ed ecodoppler: epididimo senza aspetti di epididimite in atto, in corrispondenza della testa dell'epididimo sx si localizza formazione microcistica delle dimensioni di 2,5mm. Dopo questa cura il gonfiore è scomparso assieme al dolore, ma purtoppo si è ripresentato quasi subito. A questo punto su consiglio del medico di base ho ripetuto un ciclo di 8 giorni di CIPROXIN ma il problema non è stato risolto. Sempre su consiglio del medico di base, dopo un paio di mesi, abbiamo provato a cambiare antibiotico con TAVANIC ma anche in questo caso la "cistina" non è scomparsa. Eseguo nuova ecografia ed ecodoppler, preciso che nel frattempo è passato un anno: a sx lieve incremento di dimensioni dell'epididimo a livello del corpo con incremento del segnale colore all'esame colordoppler (epididimite). Regolare la testa. Non idrocele nè varicocele. Segue visita urologica con diagnosi di idatide e testa epididimo dolente, cura di CHINOPLUS 600mg 1 cpr giorno per 2 settimane più AULIN 2 bustine al giorno per 2 settimane. Purtoppo anche dopo questa terapia non è scomparsa questa fastidiosa "pallina" con cui ormai convivo, ma che mi da piuttosto fastidio, anche psicologicamente. Vi chiedo a quali visite e/o esami mi consigliate di sottopormi per cercare di risolvere la mia situazione. In ultima vi chiedo se l'ernia inguinale in qualche modo possa essere concausa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la cisti non scomparirà mai,per cui ciò che conta é il dolore e/o l'eventuale ingrossamento della stessa che,spesso,si accompagna allo stesso.
Va da se che l'ernia possa giocare un ruolo nel quadro sintomatologia,per cui lo specialista di riferimento,credo,prenderà dei provvedimenti.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Egregio Dr. Izzo, grazie per la Sua celere risposta. Secondo il Suo parere quindi non si tratta di una epididimite o di una infiammazione, ma di una cisti (capisco perfettamente l'impossibilità della diagnosi certa senza visitarmi), tra l'altro evidenziata in una delle tre ecografie fatte, ma non nell'ultima, dove si segnala lieve incremento di dimensioni dell'epididimo. A questo punto sono confuso perchè non capisco la necessità di farmi fare terapia antibiotica ed antinfiammatoria da parte del Suo collega, possibile che una cisti possa essere scambiata per una infiammazione/infezione? Mi preme solo sapere se questa cisti possa portare a futuri problemi (oltre al dolore), quindi se sia il caso di effettuare controlli regolari e/o terapie.
Di nuovo grazie e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...una cisti si può infiammare e,quindi,creare dolenzia.Essendo la stessa extra luminale,non crea,in genere,problemi al potenziale di fertilità.Cordialità.