Utente 405XXX
Buonasera Egregi Dottori
vi scrivo perchè a mia madre (anni 62) è stata diagnosticata la rottura del tendine distale del bicipite a seguito di una caduta. Siccome il dolore non è mai sparito anzi si può dire che è aumentato il nostro ortopedico le ha prescritto una risonanza sospettando che ci fosse anche qualche microfattura. Di seguito vi riporto il refererto:
La RM ha mostrato segni di artropatia degenerativa dell'articolazione acromion-clavearecon ipertrofia capsulare,sclerosi,osteofitosi marginale e film fluidointrarticolare.Riduzione del piano di scorrimento sottoacromiale.Distensione flogistica della borsa subacromion-deltoidea.Diffusa alterazione del segnale del tendinedel sovraspinato e dell'infraspinato da manifestazioni degenerative/tendinosiche di alto grado.Sclerosi e lacune geodiche a livello del trochite.Alterazione strutturale della regione della testa omerale con aspetto di lacune simil-cistiche ed edela della spongiosa.Correlazione clinico-anamnestica e/o rivalutazione specialistica.Segni di artropatia degenerativa gleno-omerale.Tenosinovite essudativa del tendine del bicipite brachialecon reazione degenerativa del solco-bicipitale.Regolare morfologia e segnale delle strutture tendinee e legamentose a carico del gomito.Rapporti articolari conservati.Falda di versamento a livello della fossa alecranica e legamentose a carico del gomito.
Volevo gentilmente un vostro parere, premettendo che mia madre fino ad oggi ha assunto solo per 1 sett. antinfiammatori. Non le è stata prescritta ancora nessuna terapia in attesa dell'esito della RM. Volevo sapere se c'è una terapia consigliata per alleviare il dolore che ad oggi non le permette nemmeno di dormire bene e se la situazione è recuperabile o dovrà convivere per sempre con questo dolore.
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Paolo Sailis
36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile signore,

lei riferisce di una diagnosi di lesione del tendine distale del bicipite, ma il referto della RMN non fa menzione di questa lesione, anzi parla di "Regolare morfologia e segnale delle strutture tendinee e legamentose a carico del gomito."
Sua madre ha problemi al gomito o alla spalla?
La spalla, secondo la RMN, e' affetta da una patologia degenerativa sia ossea che tendinea.
La terapia e' medica e fisica, prevedendo l'uso di antinfiammatori e cicli di terapia riabilitativa che potranno far regredire i dolori.
Il tutto, ovviamente, dopo una visita specialistica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore
Mia madre ha dolore alla spalla. Da quello che ci ha detto lo specialista la rottura del tendine nn è la causa de dolore ma la sua diagnosi è stata lesione del CLB e sindrome da conflitto subacromiale spalla dx. Le ha prescritto 10 tecar 10 magnetoterapia e per il dolore Targin 20mg. Il targin mia madre nn l'ha preso perché lei soffre di pressione bassa alle volte anche una semplice tachipirina la fa sudare freddo ed ha paura che sia troppo pesante visto che lo specialista le ha detto che ha come effetto collaterale sudore e sensazione di debolezza.
La mia domando dottore è se in aggiunta a questa terapia possono essere utili delle infiltrazioni visto che un amico di famiglia ha avuto lo stesso problema e ha lui hanno funzionato.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Paolo Sailis
36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Buongiorno,

come immaginavo, non e' il tendine distale del bicipite ad essere lesionato, ma uno dei due tendini prossimali, il capo lungo.
Ed in effetti e' la lesione piu' frequente, quasi sempre su base degenerativa.
E' molto frequente che i pazienti mi chiedano se le infiltrazioni possono essere utili.
La risposta e' che il cortisone, pur essendo un ottimo antinfiammatorio, ha un'azione lesiva sui tendini e sulla cartilagine.
Pertanto io non eseguo mai cicli di infiltrazioni, mi limito, in casi di particolare dolore ad una sola infiltrazione che, in assenza di dolore, possa permettere la ripresa del movimento.
[#4] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera Dottore
le scrivo per aggiornarla sulla situazione di mia madre. Il dolore nonostante abbia già fatto 8 tecar e magnetoterapie non è passato e in alcuni momenti è così forte da farla piagere dal dolore.Secondo lei bisogna continuare sperando che le passi o è necessario intervenire chirurgicamente?
La ringrazio e le porgo cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dottore
Dimenticavo di dirle che il fisiatra ci ha detto che alle volte può capitare durante la terapia perché significa che si sta sciogliendo il muscolo. Il dolore parte dalla spalla e arriva fino al polso. Cordiali saluti