Utente 408XXX
Buongiorno,
mi sono sottoposto ad un intervento per ernia inguinale destra (obliqua esterna).
L'intervento è stato effettuato con metodologia ordinaria, non laparoscopica.
E' passato un giorno dall'intervento e ho tutta la zona che va dalla ferita allo scroto completamente insensibile. Ho dolore alla ferita ed alla zona della operazione, cosa che credo normale ma ho inoltre dolore più in alto della ferita all'altezza del fegato.
Al momento della dimissione il medico che mi ha operato ha detto che la mancanza di sensibilità è normale e potrà durare MESI o ANNI perchè la tecnica utilizzata ha previsto l'interruzione di un nervo che altrimenti andando a contatto con la retina impiantata avrebbe potuto dare origine a bruciore o dolori.
Non avevo mai sentito di tale "tecnica", vi risulta?
Nella informativa pre operatoria la perdita di sensibilità permanente della zona indicata veniva data come possibile complicanza ma non come certezza.
Mi chiedo non è che mi è stato interrotto un nervo per errore e mi hanno raccontato la "storia della tecnica".
In quanto potrò recuperare, (se potrò recuperare) la sensibilità? ci sono cure farmaci o accorgimenti da adottare per migliorare la situazione?
Attualmente oltre alla non sensibilità ho una sensazione permanente di torpore che va dallo scroto in prossimità del testicolo destro alla coscia, è molto fastidiosa quasi più del male della ferita.
Grazie in anticipo per la Vs. attenzione.
Federico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
A distanza di un solo giorno dall'intervento i disturbi che riferisce sono del tutto normali,compresa la parestesia ovvero la sensazione di insensibilità dell'area di intervento. Vi sarà un recupero della sensibilità nei giorni a seguire che potrà essere pressoché completa. Non esistono farmaci per accelerare il processo di guarigione.
[#2] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Ok...
grazie della risposta sa c e della sua ortese attenzione!
Federico