Utente 272XXX
Buon giorno,
Sono alta 1.55 ,peso circa 47 kg ,ho 26 anni.
In passato ho avuto problemi psichiatrici tanto da essere stato necessario un tso.Problemi fortunatamente superati.
L anno scorso in seguito ad un tentativo di suicidio sono andata in arresto cardiaco.Tra gli atti sul periodo di recovero in terapia intensiva,ho letto che il giorno stesso dell arresto,mi è stata eseguito un ecocardiogramma,nei risultati di Esso,tra le tante cose,trovo scritto :
Ventricolo sinistro moderatamente ipocinetico
Atrio sinistro lievemente dilatato

Valvola mitrale:mancato collabimento dei lembi,prolasso lembo anteriore
Prolasso A2
Insufficenza mitralica media
Disfunzione sistolica ventricolo sinistro:moderata

Lieve prolasso mitralico dello scallop centrale del lembo anteriore con moderata insufficienza valvolare eccentrica


Ora è da circa 3 settimane che mi sento debole,mi Gira lá testa ,faccio fatica a fare molte cose che pero alla fine porto a Termine,non è fatica mentale ma visica ,mi sento sempre sfinita la piu piccolo sforzo ad esempio quando cammino mi inizia a girare lá testa capogiri e mi devo fermare.
Cosi oggi sono andata dal medico,ieri ha fatto le analisi del sangue,tutto nella norma
Poi mi ha fatto fare un ecg da un infermiera ,la quale gli porta il tracciato,lui gli ha dato una guardata nel giro di pochi secondi,perche aveva da fare con un altro paziente.Ha detto che va tutto bene
Io sono anche contenta má lá mia domanda è sé dal ecg sí puo vedere questa cosa alla valvola mitrale é sé evenutualmente puo essere responsibile del mio malessere
Molte grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
leggendo il referto di chi le ha fatto l'ecocardiogramma la sua insufficienza mitralica, di media entità, ha già determinato un ispessimento delle pareti del VSn e una dilatazione del sovrastante atrio.
Considerando che lei ha appena 25 anni questa situazione è da tenere monitorata accuratamente.
Sicuramente è al corrente della profilassi antibiotica che deve fare in particolari situazioni e non conosco se assuma qualche terapia.
In relazione ai sintomi che riferisce, è inammissibile che si possa congedare un paziente, tranquillizzandolo, con un solo ECG.
Perciò programmi al più presto un ecocardiograma color doppler che ci permetterà di valutare molti parametri, compresa la F.E. e la cinesi del Vsn.
Io Le consiglierei anche un Holter ECG/24h.
Faccia sapere se vuole.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la sua risposta al mio consulto,ma mi permetta una domanda ,lei parla di una profilassi antibiotica da attuare in determinate situazioni. A cosa si riferisce esattamente ?
Mi stupisco che nessuno l anno scorso,durante il ricovero in terapia intensiva non abbia riferito nulla ne a me o ai miei,io non ero neanche al corrente di questo problema alla valvola mitrale ,l ho saputo solo leggendo gli atti da me richiesti 7 mesi dopo il ricovero.Questo è strano vista la grande bravura e professionalita dimostrata dai medici del reparto.

No,di comune accorgo con la psichiatra non assumo piu una terapia,pero nei medi successivi al tentativo di suicidio quindi da aprile dell snno scorso, ne ho assunta una a base di neurolettici ,depakin,litio e gabapentin ,per circa 5 -6 mesi poi l ho ridotta.Mentre invece per piu di un anno intero prima del tentativo di suicidio ho abusato massivamente di farmaci e dopo anche di alcol,e me ne pento.


Il medico da cui sono stata mi ha solo fatto fare l ecg e le analisi del sangue,non ha proceduto ad una ascultazione ,infatti è strano.Non vivo in italia ,qui le cose andranno cosi,i medici psichiatri del posto lasciano molto a desiderare

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Vi sono vari protocolli antibiotici da assumere quando ci si sottopone a manovre che fanno entrare germi nel circolo sanguigno.
Ciò vale soprattutto per le cure dal dentista.
Perciò se ha bisogno di andare dal dentista per qualunque esigenza gli parli del suo problema. Se è serio le dirà cosa fare prima e dopo la prestazione odontoiatrica.

Sono contento che lei psichicamente stia meglio. Tanto da aver interrotto l'assunzione dei farmaci.
Le rinnovo tuttavia l'invito agli esami cardiaci precedentemente indicati: Ecocolordoppler cardiaco e Holter ECG/24h.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La cosa inizia a preoccuparmi seriamente visto che durante il mese di marzo sono stata sottoposta a 3 estrazioni dentarie,senza la profilassi antiobica perche appunto non lo sapevo.
Il quadro clinico descritto nell ecografia, rappresenta una cosa grave o significativa o puo diventarlo?
In ogni caso,seguiro il suo consiglio e nella prossima settimana prenderó un appuntamento da un cardiologo
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
lei "avrebbe" (uso il condizionale volutamente) una insufficienza mitralica di entità media con un ventricolo sin moderatamente dilatato, moderatamente ipocinetico e con una moderata disfunzione diastolica. E un atrio Sn lievemente dilatato.
Questo è quello che leggo e a questo mi devo attenere.
Non è riportata E.F. (Ejection Fratino) e non capisco il perché!
Non conosco se nel suo passato vi siano cause che possano aver determinato il quadro descritto; non vi è una parola sullo stato dei lembi mitralici.....
Le ho già detto che il quadro è assolutamente meritevole di essere tenuto sotto controllo: a quanto pare a lei lo hanno tenuto nascosto!
La profilassi antibiotica vale per i futuri interventi odontoiatrici: quelli che ha fatto non le hanno provocato nessuna endocardite, il cui primo sintomo è la febbre, anche in forma di febbricola, che lei non riferisce.
Credo che l'idea di recarsi da un cardiologo per una visita accurata sia eccellente.
Se vuole mi faccia sapere.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012

Non le ho scritto l esito di tutto l ecocardiogramma
Le riporto le "conclusioni libere"
Ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori con disfunnzione sistolica lieve moderata ( EF 47%)
In presenza di lieve ipocinesia diffusa (post arressto cardiaco,miocardite ?)
Ventricolo dx normale
E poi quello che le ho riportato in precedenza nel post sopra

[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ma l'ipocinesia del ventricolo Sn non era moderata?
Ora la riporta come lieve.

Le consiglio, se vuole, di copiare letteralmente il referto dell'ecocardiogramma e di tralasciare libere conclusioni.
In alternativa di farsi rivalutare da un cardiologo. Che è la soluzione migliore.
Lei ha una disfunzione sistolica con il 47% di EF: questo parametro va tenuto sotto controllo con un ecocardiogramma almeno una volta all'anno.
A margine le chiedo scusa per aver utilizzato il termine di disfunzione diastolica invece che sitolica: sono due realtà completamente differenti. Ho letto male.

Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Avevo evitato di copiare letteralmente l esito dell ecocardiogramma perche troppo lungo e volevo risparmiarle la fatica, comunque gli e lo copio:

Ritmo cardiaco :sinusale

Misure:
Diametro aorta:27 mm
Diametro atrio Sx :37 mm
Diametro telediastolico Vsx:43 mm
Diametro telesistolico Vsx :33 mm
Accorgimento frazionale Vsx :23,2%
SIVd :8 mm
Massa Vsx :104 g
Diametro aorta ind. : 18 mm/m2
Diametro atrio Sx ind. :24 mm/m2
Diametro telediastolico Vsx ind. : 28 mm/m2
Diametro telesistolico Vsx ind. : 22 mm/m2
PPd : 8 mm
Massa Vsx indicizzata 68g/m2

Vetricoli
Ventricolo sinistro
Moderatamente ipocinetico

Ventricolo destro
Normale

Setto intravecolare
Normale

Atri
Atrio sinistro
Lievemente dilatato
Volume Asx : 60
Volume Asx indiciz. 39,2

Atrio destro
Normale
Setto interatriale
Normale

Valvola mitrale
Mancato collabimento dei lembi,Prolasso lembo anteriore

Prolasso
A2

Insufficenza mitralica: media

Valvola aorta
Normale

Valvola tricuspide
Normale

Valvola polmonare
Normale

Aorta toracica
Normale

Pericardio
Normale

Arteria polmonare
Normale

Conclusione
Disfusione sistolica del ventricolo sin: moderata
Prolasso mitralico :lieve
Insufficenza mitralica : moderata
Dilatazione atrio sx :lieve

Conclusioni libere
Ventricolo Sn di normali dimensioni e spessori con disfunzione sistolica lieve-moderata (EF 47%)in presenza di lieve ipocinesia diffusa (post arresto cardiaco ?miocardite ?)
Ventricolo Dx normale .Lieve prolasso mitralico dello scallop centrale del lembo anteriore con moderata insufficienza valvolare eccentrica (flusso sistolico nelle vene polmonari anterogrado )
Questo è tutto
Le ricordo che l ecocardiogramma (è datato sugli atti)mi è stato eseguito il giorno stesso dell arresto cardiaco,tachicardia ventricolare ,intossicazione da farmaci ,inoltre avevo la polmonite ed ero in uno stato di coma,non so se questo possa aver influito





[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi Signora,
ci sono delle incongruenze:

"Ventricolo sinistro
Moderatamente ipocinetico "

"Ventricolo Sn di normali dimensioni e spessori con disfunzione sistolica lieve-moderata (EF 47%)in presenza di lieve ipocinesia diffusa (post arresto cardiaco ?miocardite ?)"

Personalmente ritengo che alla sua età <50% di EF si debba parlare di disfunzione sistolica moderata.

Viene segnalata anche una insufficienza mitralica media.

Poiché tutto l' ecocardiogramma è stato effettuato il giorno seguente all'arresto cardiaco, la cosa migliore da fare è sicuramente ripeterlo per valutare attualmente se vi sia stata una variazione dei parametri di cinesi ventricolare.
Dunque le consiglio di prendere appuntamento con un cardiologo di fiducia e, se vuole, di farmi poi sapere che cosa le ha detto.
La saluto cordialmente.
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Lunedi prenderó un appuntamento,e le faró sapere.
Una domanda ,devo portare al cardiologo l esito dell ecocardiogramma,(è in italiano ma alcune cose in generale si capiscono)oppure non è necessario?
Gli e lo chiedo perche non ci tengo a far sapere a tutti che ho tentato il suicidio.
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
porti tutti gli esami che ha e non pensi che un gesto inconsulto debba essere fonte di vergogna.
Del resto al medico non si deve mentire ed è per questo che per legge egli è legalmente vincolato al segreto professionale.
Lo sono anche i suoi collaboratori (infermieri ecc) ma se lei vuole parlare solo in sua presenza può con garbo chiedere che non vi sia nessun astante.
Sono altre le cose di cui bisogna vergognarsi nella vita.
Aspetto nuove.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
C'è una domanda ,ma un medico dovrebbe sempre informare il paziente o i suoi famigliari ,anche se si tratta di cose banali?è strano che in terapia intensiva nonostante la loro grande professionalità, non mi hanno detto nulla,solo che il cuore non andava bene ma per colpa dell intossicazione da farmaci,cosa che però e reversibile (infatti così è stata,)ma della valvola non mi hanno accennato nulla

Ho letto su internet che questo difetto, anche se in forma lieve, va tenuto sotto controllo almeno una volta la anno
Ho letto di persone che convivono con quest difetto senza avere mai problemi per tutta la vita
Ma anche di persone a cui dopo anni il problema si è aggravato
Io non capisco se ci sono segni nella mia ecografia che fanno ipotizzare ad un possibile peggioramento futuro magari anche dopo molti anni,quindi a un problema che procede,oppure se faccio parte (e lo spero )di quelle persone che nonostante ciò ci convivono per tutta la vita senza mai peggiorare,in genere si capisce se si tratta di una cosa innocua o no?
Sicuramente porrò le stesse domande al cardiologo anche se sarà difficile tradurre l ecografia
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
io, gentile signora, non ho visto né eseguito il suo Ecocardiogramma per di più in emergenza.
Mi devo limitare a prendere atto dal referto che lei ha una insufficienza mitralica moderata.
Ciò significa che quando il ventricolo sn si contrae per pompare il sangue nell'aorta un jet di sangue ritorna nell'atrio sn.
Poiché tale jet è turbolento a lungo andare potrebbe alterare l'anatomia dei lembi mitralici e aggravare la stessa insufficienza.
Ecco perché è necessario che almeno annualmente lei esegua un ecocardiogramma color doppler.
Sul futuro non possiamo fare previsioni: ma questo vale per tutto nella vita.
Possiamo e dobbiamo fare un follow-up della sua situazione cardiologica.
Certo se ci basiamo sull'eco fatto illo tempore ci precludiamo la valutazione di ogni evoluzione, anche positiva, e la necessità di una eventuale terapia ad hoc.
Se vuole mi mandi il referto in Inglese.
Saluti,
Dott. Caldarola.

P.S. Avrebbe fatto meglio a chiedere copia della cartella clinica relativa al Suo ricovero.
Saluti.
[#14] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Dottore io ho richiesto la cartella clinica ,l ecocardiogramma che le ho copiato fa parte della cartella clinica,è( l unica cosa che indica il problema alla valvola,)poi ci sono molte copie di ecg ,2 RCP piu 300 cordanone,pupille midriache areagenti ,ipoterrmia terapeutica,e lastre ai polmoni perché avevo una grave polmonite e di questo hanno messo al corrente i miei genitori,analisi del sangue che non capisco ,più il così detto "diario"
Io l ho richiesta per curiosità volevo leggere cosa fosse successo visto che un vuoto di settimane, perdendo subito perso i sensi e mi sono svegliata giorni dopo, poi mi sono soffermata sulla parte riguardante il ricovero in psichiatria,ma poi leggendola tutta ho visto il referto dell ecocardiogramma
Il referto è in italiano,non in inglese ,non vivo in Inghilterra
Dottore grazie per la sua disponibilità
Dove sto io,non ho una sfiducia infondata sui medici del posto
2 settimane Prima del tentativo di suicidio andai da un medico perché avevo la tosse,lui dopo avermi visitato mi disse che non era nulla e mi consiglio il miele..invece era polmonite
I psichiatri mi davano farmaci sbagliati
In italia mi hanno rimesso in sesto
Spero che almeno il cardiologo sia un tantino competente