Utente 414XXX
Buonasera. Chiedo il vostro aiuto in quanto non sappia bene a quale dottore indirizzarmi.
Da due settimane a questa parte (pieno periodo estivo) avverto delle pulsazioni nelle vene dei polpacci. Ho sempre avuto le vene molto sporgenti e che si notano moltissimo a occhio nudo e ora persino queste pulslazioni sono visibili a occhio (le vene si contraggono per un secondo qui e la in entrambe le gambe).
Avverto molto questo disturbo quando mi siedo dopo aver camminato, mentre passa quasi del tutto quando mi stendo o metto le gambe in aria. Premetto che per curare una follicolite faccio uso su prescrizione dermatologica di antibiotico Zithromax da un mese (3 cicli da 3 pastiglie in 45 giorni) e in più applico ogni sera Zynerit stick su tutte le gambe, non solo i polpacci. Inoltre nel mese passato ho avvertito saltuariamente una leggerissima tachicardia (contrazione sotto pettorale sinistro) ma potrebbe anche essere una contrazione muscolare e non essere connesso alle gambe.
a chi dovrei rivolgermi? Ecografia ai polpacci? Esami del sangue? Può essere che i valori dei miei esami del sangue siano compromessi dall'antibiotico in corso e quindi non molto utili?
Aggiungo che in famiglia tutti abbiamo vene sporgenti e precedenti di trombosi da parte di mio nonno. Grazie in anticipo, spero possiate aiutarmi




così come mio papà e mio nonno, che ha sofferto di trombosi più volte.
Per quanto riguarda il mio sintomo questo è visibile

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mi piacerebbe vedere vedere queste "contrazioni" delle vene dei polpacci.
Le vene non hanno muscolatura sufficientemente potente per contrarsi e sfruttano un ingegnoso meccanismo basato sulla contrazione della muscolatura che le circonda e che le spreme, con delle valvole a nido di rondine che impediscono il ritorno verso il basso del sangue per gravità.
In un solo caso, in pratica, è possibile vedere un polso venoso: alla giugulare quando vi sia un grave sovraccarico delle sezioni dx del cuore. Non m pare affatto questo il suo caso.
Ad ogni buon conto, vista la familiarità trombofilica, programmi un ecodoppler venoso e arterioso degli arti inferiori e lo screening per la predisposizione alla trombofilia. Il suo curante la saprà aiutare.
L'assunzione della Azitromicina non è responsabile di questo fenomeno.
Faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la rapidissima risposta.
mi spiego meglio, visivamente non è così evidente ma è come se sentissi il battito del cuore ogni volta in vari punti, e quando lo sento molto in superficie a volte è anche visibile a occhio. Non saprei bene se descrivere la sensazione come formicolio, ma sono più delle pulsazioni, specie se abbasso le gambe dopo averle tenute in aria a lungo e sento tutto il sangue che riscende lentamente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Appunto, sente il sangue che ridiscende per gravità.
In parte ciò è normale in parte può essere indice di una insufficienza venosa.
Rimane pertanto valido il consiglio di eseguire almeno un color - doppler venoso degli arti inferiori.
Saluti,
Dott. Caldarola.