Utente 886XXX
Buongiorno,

Ho effettuato un esame colturale del liquido seminale, di seguito i risultati:
GG astinenza : 4
Volume 5,0ml
viscosita' normale
ph 8
concentrazione : 28.1 x 10^6/ml
popolazione nemaspermica/volume : 140.5 x 10^6/ml
spermioagglutinazioni : PRESENTI

DETERMINAZIONE MOBILITA':
Motilita' complessiva 50% 40% (a 30 minuti e a 60 minuti)
Motilita' vivace 10% 5% (a 30 minuti e a 60 minuti)
Ipocinesi : 40% 35% (a 30 minuti e a 60 minuti)
Acinesi : 50% 60% (a 30 minuti e a 60 minuti)

Progressivi rettilinei : 10% 5%
Progressivi non rettilinei : 30% 20%
Mobili in situ-liberi : 20% 25%
Mobili in situ-agglutinati : 20% 20%
mobili circolari : 20% 30%

DIFFERENZIAIONE MORFOLOGICA
Forme normali 50%
Anomalie segmento cefalico 37%
Anomalie segmento medio 10%
Anomalie segmento caudale 3%


Con questi esami come posso fare migliorare la mobilita'?stiamo cercando ormai da 4 anni, credo che comunque andro da un andrologo , pero' volevo sapere se le mie condizioni gravi.

Grazie 1000
Saluti
Simone


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
sorvolando su alcuni aspetti e parametri considerati e valutati nell'esame che ci invia , in generale possiamo dire che una astenozoospermia, cioè una motilità degli spermatozoi non buona, è un "sintomo", un dato di laboratorio che ha alla sua base diverse cause. Prima cosa da fare, in queste situazioni cliniche, è ripetere l'esame del liquido seminale (possibilmente presso un Centro aggiornato e dedicato che segua le indicazioni dell'OMS) e poi consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana. Con l'esame che ci invia poco altro possiamo dirle e comunque se desidera ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia può trovarle anche nell’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo: http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
le alterazioni spermiografiche hanno una dozzina di cause, il fatto è che la gravità della alterazione dipende non soltanto dal dato numerico ma anche dalla patologia che lo ha determinato. A questo si aggiunge che l' età e le condizioni ginecologiche della partner è importante, poichè le donne hanno uno scadimento della fertilità dopo i 35-37 anni. Faccia un ulteriore spermiogramma, poichè è un esame soggetto a fluttazioni (al Carlo Poma va bene, visto che è di Mantova) poi consulti un collega.