Utente 237XXX
Buonasera, sono stato operato per l asportazione di una ciste sacrococigea esattamente due mesi fa, il 7 ottobre .
L operazione è stata eseguita con tecnica aperta con guarigione per seconda intenzione.
La ciste presentava due fistole asportate anch esse.
A distanza di due mesi l ampia ferita si è completamente rimarginata,
Il decorao post operatorio è stato senza intoppi.
Non ho mai avuto infezioni fuoriuscita di pus o siero purulento.
All ultima visita eseguita in ambulatorio la dottoressa mi ha detto che la ferita era appunto guarita bene e toccandola non ha notato altre formazioni. Ha aggiunto che fastidi che mi da sono dovuto al fatto che è leggermente ipertrofica.
Ad oggi non ho riscontrato altro perdite e la ferita mi sembra rimarginata bene non è dolente al tatto e non sono presenti fori che facciano pensare ad altre fistole, ma a volte la zona risulta indolenzita e ho un po di fastidio .
Tendo a a precisare che la ferita è ancora abbastanza rossa ed irragolare in alcuni punti.
Vorrei chiedervi se secondo voi l indolenzimento e le fitte che sento a volte siano dovuto al fatto che la cicatrice è ipertrofica e relativamente fresca.
Mi da anche un po fastidio a sedermici sopra
Se fosse per questo quanto ci vorra prima che si stabilizzi il tessuto?
C è qualcosa che posso fare per agevolare il processo??
[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
in considerazione del tipo di tecnica utilizzata per l'asportazione della cisti sacro-coccigea, il fastidio che ancora avverte è da ritenersi nella norma soprattutto se la ferita si è ben cicatrizzata e non sono presenti dei tramiti fistolosi.
Nel caso la sintomatologia dolorosa dovesse persistere, Le consiglio di eseguire una rivalutazione dal suo medico curante.
Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazione per la sua risposta dottore.
La prossima settimana ho intenzione di chiamare l ambulatorio per prenotare una visita di controllo.
La dottoressa mi aveva invitatp appunto a chiamare in caso si fossero presentati problemi tipo perdite di liquido.
Mi ha consigliato di tenere la garza sopra finche non vedevo che era completamente chiusa, dato che la parte terminale del taglio quella proprio in mezzo al sedere ci ha messo di piu a rimargirsi. A volte l ho trovata umida credo che sia sudore perche non puzza
Sento proprio la zona indolenzita e come se la cicatrice fosse irritata.
Ho provato a toccare tutta la cicatrice ma non presenta bozzi e non è nemmeno dolente al tatto.
si vede che la pelle è molto tirata un po screpolata e ancora abbastanza rossa.
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
E' importante mantenere la ferita pulita e che non vi siano fuoriuscite di materiale purulento e maleodorante. Pertanto, continui ad effettuare le medicazioni come Le hanno prescritto in attesa della visita di controllo.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottore,
Grazie della sua risposta, ho prenotato la visita di controllo per questo venerdi.
Dall ultima volta che ho scritt indolenzimento al gluteo è passato, pero ho notato che la cicacitre proprio in mezzo alle due natiche ha formato una riga quasi per tutta la lunghezza della ferita quasi come se si fosse allargata e risulta rossa accessa tipico del tessuto infiammato.
Infatti mi brucia un po ma tuttavia non ci sono perdite ne di pus ne di sangue e risulta chiusa.
Puo essere data la zona che respira poco trovandosi nella piega del sedere che il sudore rallenti la cicatrizzazione?
Ci tengo inoltre a precisare che durante le medicazioni spesso le infermiere hanno dovuto grattare la ferita perché formava quello che chiamavano tessuto esuberante.
Stamattina ho applicato hyalosilver spray, prodotto che mi avevano dato da applicare sulla ferita per farla cicatrizzare.
Puo andare bene?
O mi conviene non utilizzare niente prima della visita in ospedale?



[#5] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Salve,
di solito le ferite nella zona sacro-coccigea possono formare una cicatrice lievemente rilevata, che va sotto il nome di cheloide.
Il prodotto da Lei utilizzato favorisce la cicatrizzazione della ferita.
Certamente, per valutare la ferita e' necessaria una visita e valutare il tipo di prodotto da applicare.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Il mio amico farmacista mi ha dato un detergente intimo a base di tea tree oil , aloe vera,camomilla,lavanda e malva che devo dire che dopo qualche applicazione ha già migliorato la situazione, togliendomi la sensazione di bruciore e mi sembra anche molto meno arrossata.
Domani pomeriggio ho la visita di controllo in ospedale, speriamo che sia solo la cicatrice che deve ancora stabilizzarsi.
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Stia tranquillo, probabilmente è solo in fase di cicatrizzazione e vedrà che la visita di domani andrà bene.
Si ricordi, comunque, di tenere sempre pulita la ferita e la regione sacro-coccigea.
Cordiali saluti.