Utente 468XXX
Buonasera, ho 26 anni. Sono un po' preoccupata perchè dopo altre due visite oculistiche non è stato riscontrato nessun problema che giustifichi il mio offuscamento visivo. Premetto di essere miope, circa -6 ad entrambi gli occhi. Ho iniziato un percorso insieme alla mia psichiatra e sotto consiglio dei vari neurologi dai quali sono stata visitata, (per altro tipo di problema in origine) decisi di assumere circa 5-6 mesi fa antidepressivi. Iniziai con il cipralex che da subito mi causò midriasi con offuscamenti visivi e capogiri che non riuscivo a sopportare, benchè sapessi degli effetti collaterali che sarebbero potuti incorrere le prime settimane di assunzione, mi sembrava comunque esagerato; appena lo sospesi tornai a vedere come prima nel giro di pochi giorni. Parlandone con il mio medico di famiglia e la mia psichiatra di questo effetto collaterale decidemmo allora di optare per l'antidepressivo brintellix che iniziai a novembre 2017 con dosaggi veramente molto bassi. Pochi giorni dopo le prime assunzioni, l'offuscamento visivo si ripresentò di nuovo ma cercai lo stesso di proseguire con la terapia che ero intezionata a fare. Ho sopportato quasi 2 mesi di visione offuscata e capogiri credendo che si sarebbero risolti, dopodichè ho smesso anche il brintellix. Continuo ancora ad avere questo problema ora. Ho fatto già due visite oculistiche che non hanno riscontrato nulla, ma io in realtà vedo ancora male e non mi passa assolutamente, anzi, mi sembra di accusare sempre di più e sono convinta che a causarmi questo offuscamento fastidioso e abbastanza invalidante sia stato proprio l'uso di antidepressivi. Sinceramente sono spaventata, ho sospeso la terapia da più di due mesi. Posso chiedere un vostro parere? Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
16% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
notoriamente i farmaci che ci ha descritto determinano un offuscamento visivo anche riportato su foglietto illustrativo.
ovviamente sulla bilancia vanno valutati rischi e benefici. a mio parere vanno continuati i farmaci prescritti e pazienza magari sopportare un pò la situazione di annebbiamento specialmente alla luce del fatto che non le è stata riscontrata alcuna anomalia agli occhi.
magari col tempo migliorando la situazione generale potrebbero passare spontaneamente i disturbi o attenuarsi.
ne parli col suo medico.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno e grazie per la risposta. Ho omesso nel post di ieri che da ragazzina sono stata trattata con barrage laser e a seguire controlli periodici risultati invariati negli anni. Fino a quando in data 26/02/2018 mi sono recata al pronto soccorso oculistico per via di questi offuscamenti visivi e strani aloni che mi causavano forti capogiri. Mi è stata riscontrata nuovamente una degenerazione periferica a bava di lumaca al medesimo occhio che operai circa 16-17 anni fa. Prima di questa ultima visita ero stata di nuovo dall'oculista qualche mese prima, sempre per il medesimo motivo (causato dalla terapia) e il microforo non c'era. E' un pura casualità? Io non ne sono convinta! Attendo cortesemente anche qualche altro parere. Grazie