Utente 115XXX
Salve, mia madre circa due settimane fa si è sottoposta a un intervento di ablazione transcatetere per risolvere una fibrillazione atriale che li veniva quasi ogni giorno. Da quando si è operata ha una sensazione di mancanza di fiato e a volte di mancamento, prima di essere operata questi sintomi non li aveva. Cosa può essere ? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
l'intervento ha risolto la fa?
ha fatto un controllo ecocardiografico ed elettrocardiografico?
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2006
Per il momento la fibrillazione a volte si ripresenta, ma secondo il medico che ha fatto l'intervento entro il primo mese e mezzo dopo l'operazione è normale che si ripresenti. Dopo l'intervento all'ospedale li hanno fatto un ecocardiogramma e vari elettrocardiogrammi e risulta tutto regolare. Grazie
[#3] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2006
Il 26/05 mia madre è andata alla visita di controllo dove è stato rilevato che la fibrillazione atriale anche dopo l'intervento non è scomparsa e come dimostra anche l'Holter effettuato qualche giorno prima la fibrillazione è presente 24 ore su 24 con con ritmo che varia da 80 a 120 battiti. Adesso i dottori dell'ospedale li hanno fatto smettere di prendere il Rytmonorm e di ritornare il 09/06 per vedere se il ritmo si è normalizzato, comunque hanno detto che se la fibrillazione non scompare sarà necessario un altro intervento di ablazione transcatetere, però parlando con la cardiologa dice che è impossibile che abbiano detto così perchè non si può fare in tempi così ravvicinati un altro intervento di ablazione, lei invece parlava di fare da quello che ho capito una cardioversione. Voi cosa ne pensate ? Comunque mia madre dal giorno dell'intervento non è mai stata bene, ha sempre questa mancanza di fiato e svenimenti

Grazie