Utente 988XXX
Buongiorno,
io e il mio compagno (31 e 33 anni) da circa un anno stiamo cercando di avere un bambino, per il momento con scarsi risultati. Vorrei avere un parere sullo spermiogramma appena effettuato. Secondo lei c'è possibilità di fecondazione con uno spermiogramma così?
Le faccio presente che dagli esami ginecologici e ormonali da me fatti non risultano particolari problemi.

Giorni di astinenza 4
ph 7.3
volume in ml 0.6
spermatozoi per eiaculato 30.900.000
spermatozoi per ml 51.500.000
% forme mobili 60
concentrazione spermatozoi mobili 30.900.000
velocità media 30.8
linearità media 7.1
spostamento laterale della testa 2.5
spermatozoi con movimento
in situ 40%
lentamente progressivo 75
progressivo 17%
fortemente progressivo 36%

forme normali 26%
forme patologiche 74%

grazie, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara siugnora,
sarebbe interessante capire in che condizioni è stato eseguito lo spermiogramma, che è assai bassetto di volume. Esiste un modesto deficit di forme normali, se la normalità è stata letta sec. WHO 1999. Se è stata letta sec. Kruger con parametri ristretti è normale, Mi permetta di inviarle il seguente link per suo approfondimento. Le consiglio comunque di ripetere spermiogramma. Faccia sapere se vuole.
http://www.giorgiocavallini.altervista.org/contenuto/androinfertilita.htm
[#2] dopo  
Utente 988XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta.
Gli esami sono stati letti secondo il protocollo WHO 1999.
Dal commento riassuntivo, nonostante lo scarso volume, i parametri risultano tutti normali,
fatta eccezione per la percentuale di spermatozoi noncorfomanti, descritti come patologici, (teratozoospermia).
In aggiunta c'è una nota che riporta questa dicitura: Ipoposia. Alcuni spermatozoi con ridotte dimensioni acrosomiali.

Non ho idea di come sia stato eseguito l'esame
ma mi sono rivolta ad una struttura accreditata e pertanto penso che il risultato sia attendibile.
Mi domando se non ci sia stato un qualche errore nel prelievo del campione da parte del mio partner.
Comunque, ripeteremo sicuramente l'esame come lei consiglia e quanto prima ci rivolgeremo ad un esperto per ottimizzare i risultati, ma mi dia un parere, quello che lei definisce un modesto deficit, esclude attualmente ogni possibilità? E' comunque un problema migliorabile?
Ancora grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

ipopsia vuol dire che il volume del liquido seminale è inferiore ai 2 ml.

Altro non si può dire non avendo molti dati clinici a disposizione.

Poi, oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini che mi ha preceduto, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia può trovarle anche nell’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

A questo punto comunque potrebbe essere utile, ripetuto l'esame del liquido seminale, una attenta valutazione clinica da parte di un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto ripeta l' esame nella stessa struttura, che a volte il volume scarso (ipoposia) è proprio causato da una raccolta malaccorta e da incompleta erezione. Se è stato usato protocollo WHO per leggere morfologia allora c' è un deficit di forme normali.
L' importanza di questi dati va comunque interpretata da un esperto andrologo anche in base a quanto tempo cercate figli.
Il ink seguente potrebbe essere di aiuto.
http://www.giorgiocavallini.altervista.org/contenuto/androinfertilita.htm