Utente 993XXX
salve, le volevo kiedere maggiori delucidazioni riguardo la calcificazione dell'aorta.Mia madre ha 70 anni ed ha già subito la sostiutzione della valvola mitralica da biologica a meccanica (1994).Da un recente ecocardigramma, la tricuspide e la meccanica risultano funzionare bene, ma le è stata diagnosticata una progressione della calcificazione dell'aorta rispetto all'eco di 6 mesi prima. In tal proposito si è parlato di valutare l'intervento chirurgico.
Domanda: Secondo lei sarebbe possibile un'alternativa all'intervento?, se si quale? ho sentito parlare di possibilità di ANGIOPLASTICA, secondo lei è attendibile?
Pertanto la ringrazio e spero di avere presto una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, prima di procedere ad una ipotesi di intervento cardiochirurgico, sarebbe utile sapere l'effettiva entità della stenosi riscontrata (lieve, moderata, severa), se associata o meno anche ad insufficienza valvolare e/o a disfunzione ventricolare. Come vede, sono numerosi i parametri di giudizio da valutare prima di darle un parere sulla necessità o meno di un intervento. Allo stato in base a quanto da lei riportato non le si può dare un consiglio tecnico sul da farsi. L'angioplastica o meglio la valvuloplastica, è una metodica palliativa non praticata routinariamente, se non in casi gravi, caso che non penso possa appartenere sua madre. Per altri eventuali dubbi, consulti un cardiochirurgo che possa osservare "dal vivo" l'esame ecocardiografico, che in genere andrebbe sempre accompagnato anche da un ecocardiogramma transesofageo.
Saluti