Utente 721XXX
Salve,
mi sono operata circa 5 anni fa a causa di una fistola sacrococcigea abbastanza profonda e con una ramificazione piuttosto consistente verso la parte destra del gluteo. Il chirurgo ha operato lasciando la ferita aperta e mi sono quindi sottoposta per vari mesi ad una convalescenza dolorosa in cui 2-3 volte la settimana andavo in clinica a fare delle medicazioni.
Durante una di queste medicazioni un medico e un'infermiera si sono accorti che c'era qualcosa che non andava ovvero la fistola non era stata tolta del tutto.
La ferita intanto si è richiusa normalmente anche se è rimasta una pessima cicatrice nella parte "laterale".
Il problema ovviamente non è la cicatrice in se, anche se mi da parecchio fastidio la cosa, ma la ricomparsa della fistola che è stata silente fino a qualche mese fa quando ho iniziato ad avvertire qualche dolore nella zona e sono iniziate le piccolissime perdite di pus.
Ora consapevole del fatto che devo sottopormi a visita presso un chirurgo vorrei sapere se esiste qualche farmaco/garza/cerotto che possa mettere prima di uscire per evitare che le seppur piccole perdite di pus mi creino bruciore e quindi fastidio. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile signora,
bisogna dire che probabilmente anche lei aveva capito che prima o poi sarebbe successo, visto quello che scrive. riguardo poi quello che lei mi chiede purtroppo non posso per ovvi motivi legati anche al fatto che utilizziamo un mezzo computer internet non in grado di fornire performance paragonabili ad una visita medica.
di conseguenza dovrà contattare un chirurgo che la possa visitare ed eventualmente impostare un programma diagnostico prima dell'inevitabile intervento chirurgico.
in bocca al lupo.
cordiali saluti