Utente 895XXX
buongiorno ho 32 anni-
Qualche mese fa in palestra, durante un esercizio per rafforzare addominali obliqui ho sentito un dolore alla parte testicolare destra
Mi sono fermato e lì per li non ci ho fatto caso
Sono stato a riposo e non ho eseguito attività fisica
Dopo un mese circa cominciavo ad avvertire pesantezza al testicolo sinistro e ho fatto un ecocolordoppler scrotale.
L'andrologo ha evidenziato un epidimite e un varicocele di 2° grado (per cui tra l'altro sono stato operato 10 anni fa ma che evidentemente non si è risolto)

Ho anche eseguito un'ecografia addominale e vescicale che non ha evidenziato particolari problemi
Qualche giorno fa ho sollevato col braccio sinistro un secchio pieno d'acqua e ho avvertito una fitta all'addominale obliquo a sinistra e al testicolo a sx.

E' possibile che sia qualche ernia (interna, visto che all'esterno non risulta nulla)?

In tal caso è possibile che l'ecografia addomino-vescicale e l'ecocolordoppler scrotale non abbiano dato visibilità di un'eventuale ernia?

L'epidimite può essere causata da sforzo? (magari esercitando l'addominale obliquo sinistro ho causato un trauma al funicolo spermatico o infiammazione al muscolo cremastere o a qualche altra muscolatura vicina)

Premetto che ho già preso antidolorifici ma non ho risolto

La cosa che mi ha preoccupato, sollevando un banale secchio pieno d'acqua pesante 5 kg ho avvertito una fitta contestuale all'addominale e al testicolo!

Che relazione c'è tra lo sforzo muscolare eseguito e l'epidimite che ha natura prettamente batterica?

Si può pensare a questo punto a un'epidimite da sforzo?

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

non si faccia inutili autodiagnosi , non esistono epididimiti da sforzo.

Quello che ci racconta potrebbe far pensare anche alla presenza di una "patologia erniaria".

Per avere un altro parere qualificato sposto il quesito in area chirurgica.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#2] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come giustamente rilevato dal Collega le epididimiti da sforzo non esistono.
Per valutare la presenza di un'ernia inguinale l'ecodoppler non e' utile. Puo' esserlo in certi casi l'ecografia, tuttavia il metodo migliore e' quello di chiedere un consulto ad uno Specialista in Chirurgia della sua citta': e' con la visita, e tramite l'esecuzione di alcune particolari manovre che il Collega le fara' eseguire, che un'eventuale ernia potra' essere evidenziata.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno una precisazione:
ho eseguito un'ecografia addominale e apparato urinario e non ha evidenziato nulla
Che tipo di ecografia potrei fare per visualizzare un'eventuale ernia?
Grazie
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non deve fare nessuna ecografia per diagnosticare un'ernia inguinale. Come le ripeto, questa patologia si evidenzia con una Visita Chirurgica. In certi casi puo' essere necessaria un'ecografia del canale inguinale, ma soltanto a seguito della Visita stessa e soltanto se ritenuto indispensabile dal Chirurgo.
Cordiali saluti