Utente 108XXX
buona sera, pratico atività sportiva regolarmente da circa 4 anni, non a livello agonistico, di solito per 3 volte la settimana, un giorno gioco a calcetto, un altro un'oretta in piscina, poi una corsa di un oretta. cammino molto. quest'anno ho deciso di svolgere la visita sportiva per precauzione, l'ecg diceva fc 55 bm, ritmo sinusale,sopraslivellamento st da ripolarizzazione precoce, probabile ipertrofia ventricolare sinistra. il cardiologo mi ha fatto fare un eco da cui è risultato un cuore leggermente piu grosso, ma normale per chi fa sport. volevo chiedere, è vero che faccio sport, però non a livello agonistico, bastano 3 orette alla settimana per avere alterazioni del genere?. anche il sopraslivellamento st rientra in queste?.grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La descrizione dei risultati degli esami cui si è sottoposto sono privi di significato patologico.
In particolare, il riscontro di sopraslivellamento del tratto ST viene attribuito a ripolarizzazione precoce (e quindi non significativo di malattia) solo in presenza di ben precisi parametri elettrocardiografici.
In assenza di dati più dettagliati sulle misurazioni dell'ecocardiogramma non c'è motivo di dubitare di quanto comunicatoLe dal collega: una minima ipertrofia ventricolare sinistra è considerata parafisiologica in un soggetto che pratica attività sportiva regolare.
Inoltre, la Sua costituzione fisica non particolarmente robusta potrebbe accentuare questo rilievo.
In altri termini, continui tranquillamente a praticare la Sua attività fisica!
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2009
grazie, curiosando in rete ho letto un articolo che associava la ripolarizzazione precoce ad arresto cardiaco http://www.foliacardiologica.it/nuova_info/pdf/nic_11.pdf sa dirmi qualcosa a riguardo?. grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il riscontro -quasi sempre occasionale- di ripolarizzazione precoce è considerato di per sè abitualmente benigno.
Bisogna comunque considerare ogni singolo caso, dove a volte coesistono plurimi disturbi di conduzione che possono far variare in peggio la prognosi di alcuni particolari pazienti.
Cordiali saluti
[#4] dopo  


dal 2009
ho capito, un ultima cosa, le persone come me che hanno solo rip precoce possono stare tranquille?,quelli che hanno aritmie sono casi rari o frequenti?.. grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le confermo che la ripolarizzazione precoce ha una prognosi statisticamente "tranquilla".
Non si preoccupi troppo, ma si sottoponga periodicamente a controlli cardiologici (annuali) allegando sempre i risultati degli esami precedenti.
Le auguro una proficua attività sportiva!
[#6] dopo  


dal 2009
grazie mille, quindi, in italia ci saranno centinaia di migliaia di giovani che hanno questa anomalia soprattutto sportivi, considerando che la morte improvvisa nei giovani di per se è un evento raro e molte patologie si conoscono ( cardiopatia ipertrofica, card aritmogenea, ecc) se anche la ripolarizzazione precoce causasse aritmie fatali si starebbe parlando di poche decine di persone giusto?..scusi mi rendo conto di essere ansioso ma ho avuto ben 2 ragazzi giovani che conosco deceduti da poco per aritmie. cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non sono sicuro di aver ben compreso la domanda, ma Le ripeto che non risulta allo stato correlazione fra il riscontro di ripolarizzazione precoce isolata (in altre parole, in cuori sani) e morte improvvisa.
Cordiali saluti