Utente 109XXX
Carissimi,sono M.P. da Genova. Ho 51 anni e una figlia di 8. Fino all'anno scorso ogni tanto sentivo dei piccoli pizzichi nella parete addominale ogni tanto sollevando le braccia. Poi, dal febbraio del 2008, quindi più di un anno fa, ho cominciato ad avere dolori nella zona addominale. Siccome ero molto sotto stress dapprima pensavo fossero causati da cio', poi ho iniziato a fare esami vari, prescrittimi dallìattuale medico di base e dall'ex medico di base, ora in pensione, e cioè Gastroscopia,Risonanzalombo-sacrale e dorsale, raggi colonna, ecografia addominale fatta ben 3 volte e raggi addome. Sono tutti negativi. Il mio vecchio medico di base è convinto che sia diastasi dei retti addominali anche se a occhio non si vede nulla. Seguendo il suo consiglio ho gia' prenotato l'operazione da un chirurgo che fa questo tipo di operazioni. Però non ci sono esami che testimoniano chiaramente questa diastasi e parlando con altri medici (alcuni anche miei cugini) tutti sconsigliano una operazione se non si sa con certezza csa si ha. Leggendo il vostro blog ho pensato che la cosa più urgente ora forse è fare la Tac della parete addominale per valutare diastasi dei retti e/o difetti di parete. Non ne posso più, questo dolore strano nella fascia alta dell' addome mi viene di solito quando sto seduta a lungo, quando alzo le braccia e mi sporgo in avanti o quando mi chino. Cosa mi consigliate?
[#1] dopo  
Dr. Gian Luca Natali
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, La diastasi dei muscoli retti dell'addome è una condizione frequente che si sviluppa spesso in seguito ad incremento ponderale. Si ricorre alla chirurgia solo in casi di patologia evidente e sintomatica.
La diagnosi non richiede esami strumentali particolari ma solo un adeguato esame clinico del Paziente.
Il dolore non è uno dei sintomi prevalenti della diastasi dei muscoli retti dell'addome.

Cordiali saluti.