Utente 111XXX
Salve
Fino a circa tre mesi fa (ho quasi 20 anni) non avevo mai scoperto il mio glande, perchè mi sentivo tirare la pelle nel farlo e avevo paura di rompere il "filetto" e dunque lasciavo perdere. Fino a che non mi apprestai ad avere il mio primo rapporto sessuale che naturalmente andò male perchè non riuscì a scoprirmi il glande ed inoltre notai una grande ipersensibilità dello stesso. Allora decisi di esercitarmi e piano piano riuscì a scoprirmi il glande a pene flaccido ma non a pene eretto. Mi feci visitare da un andrologo il quale non mi riscontrò nessun problema di alcun tipo anzi mi disse che ero in salute e che dovevo esercitarmi per scoprire il glande senza problemi. Inoltre mi disse che l'ipersensibilità era dovuta al fatto che non avevo mai scoperto il glande in 19 anni e che scoprendolo normalmente e lavandolo ogni giorno con sapone di marsiglia il problema se ne sarebbe andato, e che non avevo bisogno di circoncisione. Seguì alla lettera i consigli dell'andrologo e adesso riesco a scoprire facilmente il glande a pene flaccido mentre faccio più fatica a pene eretto. Ma ciò che ancora mi impedisce di avere rapporti sessuali è l'ipersensibilità che non mi consente il contatto con nessuna superficie e che mi fa letteralmente saltare dal dolore quando ciò accade. Non so più cosa fare, nonostante una perfetta igiene, il mio glande è ancora troppo sensibile, l'altra notte per diminuirla ho provato a dormire con il glande scoperto negli slip, è stato molto doloroso e fastidioso ma sono riuscito ad addormentarmi. Al risveglio la pelle accumulata sotto il glande si era gonfiata e aveva formato una sorta di sacca che quasi mi impediva di coprirmi nuovamente il glande ma comunque ci riuscì e a quanto ho capito ho rischiato una parafimosi. Insomma le ho provate proprio tutte ma la situazione non migliora sono ancora ipersensibile e non riesco ad avere rapporti con la mia ragazza e questo mi sfinisce. Chiedo una soluzione al mio problema perchè non so più veramente che pesci pigliare. Sicuro di una vostra risposta, ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
direi che se ha avuto una parafiomosi, forse la fimosi è proprio presente. Per cui andrebbe rivalutatoi da collega. Quanto alla igiene locale potrebbe utilkiizzare meglio saponmi dedicati: Genit plus, Balanil Gel, Saugella uomo. L' ipersensibilità del glande può anche essere dovuta a fenomeni irritaivi locali o della ragazza oppure a fenomeni psicologici. Un controllo andrologico come vede e di rigore.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta,
ma volevo chiederle se visto che mi sono fatto visitare da un andrologo se sia possibile che non mi abbia riscontrato una fimosi anche se presente, perchè mi ha assicurato che non avevo niente ecco.
Per l'ipersensibilità cercherò di utilizzare i saponi da lei indicati e spero funzioni.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Come dice un cantautore emiliano: Nessuno siam perfetti ciascuno abbiamo i suoi difetti.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

posso consigliarle per ottenere qualche dato utile alla conoscenza della sua situazione , la lettura del personale articolo sulla ipersensibilità del glande, presente all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=53686

ben sapendo che il personale consiglio risiede nella sola valutazione specialistica del suo problema.

carissimi saluti

[#5] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve mi sono fatto rivalutare da un andrologo e urologo che mi ha riscontrato una fimosi non serrata. Mi ha anche detto che la mia fimosi è di tipo lieve e non c'e bisogno di una circoncisione ma applicherà dei piccoli tagli al prepuzio in modo da provocarne un allargamento.
Volevo sapere se tale operazione è la cosiddetta plastica a Z e volevo sapere inoltre se tale operazione comporta difetti estetici, in quanto tempo si guarisce del tutto, e se comporta un allargamento del prepuzio abbastanza efficace, o lo allarga solo di poco.
Inoltre volevo sapere se con tale operazione posso finalmente risolvere il problema dell'ipersensibilità, visto che il mio glande sarà più facilmente scopribile.
RingraziandoVi per il servizio che fornite, sicuro di una Vostra risposta porgo cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la tecnica di intervento dipende dalle condizioni cutanee rilevate nel corso della visita. Per cui non posso in alcun modo abbiettare quanto detto dai colleghi. Infatti La plastica a zeta ha vantaggi estetici sicuramente, ma ha svantaggi funzionali, nel senso che la fimosi tende a recidivare più facilemte. Solo chi l' ha visitata può esser chiaro.
Comuqe la letteratura è concorede le plastiche del prepuzione tendono a diminuire la sensibilitàcutanea, a migliorare il controllo eiaculatorio dopo due mesi dall' intervento.
[#7] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve..venerdì 29 Maggio ho effettuato l'operazione sopracitata, in cui mi sono stati applicati due taglietti al prepuzio, per allargarlo e mi è inoltre stato rimosso il frenulo.
Ma ciò che mi preoccupa è che mi è rimasta una sorta di pallina di pelle attaccata al prepuzio, abbastanza sporgente, credo che sia parte di frenulo ma non ne sono sicuro...a cosa può essere dovuto ciò (che mi comporta un notevole difetto estetico)..sicuro di una vostra risposta ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
aspetti un paio di mesi anche tre prima di giuducare l' effetto estetico.
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

ci faccia comunque sapere a distanza di un pò di tempo come va la sua situazione; siamo curiosi.

carissimi saluti
[#10] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
salve
vi ringrazio sentitamente per l'interesse
A 10 giorni dall'operazione noto che l'allargamento del prepuzio non è stato del tutto efficace, cioè si è allargato di poco con i due taglietti applicati e quindi faccio sempre fatica a scoprire il glande a pene eretto.
Vorrei sapere se la situazione andrà a migliorare e se è consigliato forzare nello scoprire il glande visto che comunque ho rimosso il frenulo e non c'è pericolo di rottura dello stesso.
Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non forzi, tenga il pene alto fissato con cerottop contro la pancia ed aspetti un mesetto prima di valutare l' esito di intervento.
[#12] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
salve a più di un mese dall'intervento noto un leggero miglioramento ma la situazione non è migliorata di tanto rispetto a quella di partenza. La pelle ancora non scorre liberamente quando scopro il glande e quindi neanche quando lo ricopro ma lo fa a fatica, con l'aiuto manuale. Ho quindi deciso di circoncidermi anche perchè un grande problema per me costituisce l'ipersensibilità acuta del mio glande che mi invalida sessualmente e non mi consente di avere rapporti.
Sono appena tornato dalla visita in struttura pubblica qui a Catania dove mi sono prenotato per l'operazione, e l'urologo mi ha detto che bisogna aspettare 6-8 mesi se non di più!!!
Voi capite che a 20 anni non poter avere rapporti sessuali costituisce un elemento che condiziona la mia vita sociale, mi sono anche lasciato con la mia ragazza, e non posso aspettare quasi un altro anno in queste condizioni, ho paura di stare entrando in depressione.
L'urologo mi ha anche detto che mi può effettuare tale operazione come libero professionista, e che mi verrebbe a costare dai 500 agli 800 euro.
Vorrei sapere se conviene effettuare tale operazione da privato o magari effettuare l'operazione in qualche altro ospedale d'italia dove le liste di attesa non sono così lunghe?
grazie per la risposta
cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
cARO SIGNORE,
PROVI A SENTIRE ALTRI OSPEDALI, MA VISTOI CHE IL SUO PROBLEMA NON è SALVAVITA SI PREPARI AD ALTRE ATTESE.
[#14] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve
l'ultima volta che ho scritto nel sito è stato a Luglio.
Allora, come scritto sopra avevo deciso di circoncidermi in struttura pubblica ma i tempi di attesa erano lunghissimi. Mi sono rivolto quindi al mio medico di famiglia (che è urologo) il quale visitandomi mi ha consigliato di effettuare una plastica del prepuzio, cioè il glande resterà comunque in parte coperto e in parte scoperto dopo l'intervento e mi effettuerà lui stesso l'intervento in clinica il 12 Ottobre.
Vorrei sapere di più su questo tipo di intervento, la plastica del prepuzio appunto (cosa c'è di diverso rispetto alla circoncisione parziale??) ricordando che il mio fastidio ormai è leggero cioè scopro il glande anche in erezione anche se non è del tutto naturale il movimento visto che la pelle del prepuzio si accumula nel solco e con le mani la devo spingere su.
Crodialità.
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non posso aiutarla, solo chi la opererà sa a quale plastica si riferisce. Troppe ce ne sono.