Utente 110XXX
buonasera,
è possibile che l'intervento di varicocele a cui sono stato sottoposto nell'anno 2005,possa avermi provocato un atrofia del testico sx diagnosticata ad ottobre del 2007 in sede di visita urologica?

Quali esami mi consigliate affinchè possa risalire all'effettiva causa di questa atrofia?

cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
bisognrebbe avere un ecodoppler scrotale dell' epoca del primo intervento ed uno attuale, nonchè una raccolta dati dati precisa. In assenza di questo è difficile stabilire un rapporto causa effetto.
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
sono in possesso di ecocolordoppler delle vene spermatiche effettuato l'08 novembre del 2004 (operato di varicocele a gennaio del 2005):

plesso pampiniforme destro " normale diamentro delle vene testicolari,senza segni ecografici di dilatazione del plesso,sia durante respiro spontaneo ,sia durante manovra di Valsalva o in ortostatismo

plesso pampiniforme sinistro "presenza di alcune ectasie al plesso pampiniforme sinistro con diamentro di circa 2,5mm in clinostatismo,scarsa dilatazione al passaggio in ortostatismo.Presenza di reflusso per tutta la durata della manovra di valsalva in clinostatismo ed anche con gli atti respiratori in ortostatismo"

Aggiungo che prima dell'operazione di varicocele consigliata dall'urologo, in data 22.12.2004 il numero degli spermatozoi era 155 milioni/ml e 310 milioni nell'eiaculato mentre secondo un esame dello spermiogramma del 19.03.2009 si registrano soli 65 milioni/ml

Dottore,oltre ad un nuovo ecodoppler scrotale quali altri dati Le devo recuperare? Vorrei incontrarLa con tutta la documentazione per una visita più approfondita
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

bisognerebbe capire se i dati le interessano per motivi "clinici" o per motivi medico legali.
Nel primo caso un andrologo è il referente corretto, nel secondo caso un avvocato con un Medico Legale
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A disposizione, se vuole me ho ecodoppler in studio. In ogno caso servirebbe ecodoppler di controllo. Quei 65 milioni di spermatozoi non dicono granchè, ripeta esame che fluttua.
[#5] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Le informazioni mi occorrono sia per motivi "clinici" che per motivi medico legali.
Il mio avvocato mi ha richiesto alcuni consulti medici per verificare la causa di questa atrofia

saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

mi intrommetto solo ora in questo post e le chiedo, oltre a tutte le corrette osservazioni già fatte dai colleghi che mi hanno preceduto, ma quale fu l'indicazione per procedere verso la correzione chirurgica di questo varicocele? Dolore, infertilità od altro?

Un intervento di varicocele a 38-39 anni è già una indicazione "complessa" da dare.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
buongiorno dott Beretta,
Le rispondo "nessuna indicazione".
Il varicocele fu diagnosticato in sede di visita urologica e consigliato (direi mal consigliato) ad essere operato oltretutto dallo stesso specialista.Le confermo che oggi mi rendo conto che quell'intervento non è servito a niente ,anzi a peggiorare le cose.Infatti prima dell'intervento vantavo uno spermiogramma molto soddisfacente :alla data 22.12.2004 il numero degli spermatozoi prima dell'intervento era 155 milioni/ml e 310 milioni nell'eiaculato mentre oggi,secondo un esame dello spermiogramma del 19.03.2009 si registrano soli 65 milioni/ml

Tutte queste domande che sto sottoponendo a Voi tutti da quando mi sono iscritto al sito, mi stanno servendo per rendermi conto se con il testicolo atrofico ci sono rischi di vita (e mi avete già risposto:NON CI SONO) e poi avere delle conferme se l'intervento era da fare o meno.Prima dello stesso era tutto in regola e dopo,la situazione è precipitata.

Temo che con il passare degli anni il numero degli spermatozoi si riduca ancora drasticamente con il risultato ultimo della sterilità.

Chiedo al Dott.Diego Pozza che ha introdotto l'argomento, come rintracciare nella propria regione e/o città di residenza un medico legale a cui sottoporre il mio caso ed avere una perizia.

Rinnovo i miei ringraziamenti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

rispondo io dicendole che il primo passo da fare potrebbe essere quello di chiedere un parere al suo medico di medicina generale ma anche il nostro sito le può dare un'indicazione in merito alla voce "Medicina legale e delle assicurazioni".

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com