Utente 114XXX
Salve a tutti...Sono Alessandro un ragazzo di 20 anni e mi sono operato il 14 gennaio 2009 per curvatura congenita del pene (ventro-sinistra, era non molto accentuata,30°, ma i risvolti psicologici non erano dei migliori): ho subito una corporoplastica d Nesbit e il chirurgo ha usato punti non riassorbibili. Ecco non voglio dilungarmi molto, sono passati ben 4 mesi il pene ll'erezione è dritto, la cicatrice da circoncisione si sta sempre di più assottigliando.

Volevo porVi 2 quesiti: il primo è questo, avendo usato punti non riassorbibili si sentono in modo più prununciato dal 3° mese a questa parte dei noduletti piccolissimi alla palpazione, roba che nei primi due mesi si sentiva ben poco: è normale tutto ciò, fà parte della tecnica usata o c'è qualche anomalia?Ci sarà qualche esame per verificare la condizione dei punti interni?

il secondo quesito è: è normache che a distanza di ben 4 mesi, dopo avuto un rapporto si forma sempre un piccolo edema sotto il glande (al dir il vero non ne poso più). Dovrò stare fermo oppur è meglio continuare ad avere rapporti per far sparire l'edema?

RINGRAZIO COME SEMPRE SENTITAMENTE!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
20% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, la palpabilità dei punti è purtroppo una delle normali sequele della tecnica e normalmente persiste nel tempo ma il paziente si adatta alla situazione con una riduzione progressiva del fastidio. per quanto riguarda invece il problema dell'edema post coitale sarebbe il caso di informare il collega che ha eseguito l'intervento per una corretta valutazione mediante un esame clinico ed obiettivo degli esiti cicatriziali.
Cordiali saluti