Utente 108XXX
Egregi dottori, ho un bimbo di due anni e mezzo. Quando aveva 20 mesi gli è stata diagnosticata, una bicuspidia aortica. Vi porto per intero l'esito dei controlli. Esame ecocardiografia doppler: situs solitus concordanza atrio-ventricolare e ventricolo-anteriore. Non soluzioni di continuo morfologicamente evidenti a livello dei setti interatriale ed interventricolare. Normali le dimensioni delle camere cardiache, della radice aortica, dell'arco aortico e dell'aorta addominale. Normali gli spessori parietali e la cinetica segmentaria e globale biventricolare. Lembi valvolari aortici leggermente ispessiti e con movimento antero-posteriori delel due cuspidi evidenziabili. Non versamento pericardico. Normale le flussimetrie doppler. Verosimile bicuspidia aortica. Elettrocardiogramma: anamnesi cardiovascolare: negativa. Esame obiettivo: toni cardiaci validi e ritmici -soffio sistolico 2/6 sui focolai di base.Ventila bene. Non spatomologia, cioè edemi. Polsi anteriori palpabili e simmetrici. Conclusioni: compenso di circolo in soggetto con verosimile bicuspidia aortica.Si raccomanda la profilassi dell'endocardite infettiva nelle occasioni di rischio batterico. Cosa ne pensate del referto? Vorrei sapere quali rischi corre per il futuro: se potrà condurre una vita normale. Mi è stato detto che potrà fare dello sport ma non a livello agonistico. Quindi se ad esempio farà da bambino del nuoto o calcio e ci saranno gare o partite, lui non potrà partecipare? E se dovesse contrarre una malattia come la scarlattina cosa potrebbe succedere se non gli venisse praticato l'antibiotico? Cosa rischia in un futuro prossimo?
Sono molto preoccupata. Se si dovrà operare è rischioso l'intervento? E dopo l'intervento quali precauzioni dovrà adottare? Una cosa molto curiosa è che qualche giorno fa, mi sono guardata la videocassetta dell'ecografia morfologica fatta quando era in gravidanza: preciso che ho fatto una ecografia di secondo livello, quindi molto dettagliata. In questa c'è scritto: tricuspide e se non sbaglio si vedono proprio tre lembi.
Come mi devo comportare?
Dove sta la verità
Vi ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
La bicuspidia è una anomalia congenita, che il piu' delle volte viene diagnosticata come riscontro occasionale in ecocardiogrammi eseguiti per i motivi più disparati. Il bimbo potrà eseguire tutta l'attività sportiva che riterrà opportuna, poiche pur possedendo una cuspide valvolare in meno (l'aorta è normalmente composta da tre cuspidi e non da due come in questo caso), la valvola funziona benissimo.
Dovrà solamente ripetere l'ecocardiografia ogni 2-3 anni e sottoporsi alla profilassi per l'endocardite batterica poichè un aorta bicuspide tende ad infettarsi un po' più facilmente delle valvole trisuspidi.
Viva serena e si goda il suo piccolo cucciolo e vedrà che non ci saranno problemi.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio immensamente per la risposta che mi ha dato.
E' stato veramente gentile.
Una curiosità solo: quando nell'ecografia morfologica c'è scritto tricuspide quindi è veritiero.
Scusi l'ignoranza, ma vorrei sapere se c'è una differenza tra la morfologica e la visita cardiologica.
Grata ancora porgo cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Nel cuore la valvola aortica dovrebbe essere formata da 3 cuspidi, ma esiste anche una valvola (quella che separa il ventricolo destro dall'atrio destro che si chiama tricuspide, quindi non so a casa si riferisca il termina.
La visita vardiologica sulle disfunzioni valvolari, integra l'ecocardiogramma, che tuttavia rimane la valutazione piu' completa per le anomalie a carico delle valvole.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora per la gentile risposta datami.
La saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Egregio dottore, vorrei disturbarla di nuovo, perchè in data odierna il mio bimbo che oggi ha tre anni ha effettuato un nuovo ecocardiogramma.
I risultati sono questi:
Normali le dimensioni delle camere cardiache.
Normali gli spessori parietali e la cinetica segmentaria e globale del ventricolo sinistro.
Valvola aortica bicuspide anteroposteriore.
Non gradiente transavalvolare, insufficienza aortica minima.
Iniziale ectasia della radice aortica e dell'aorta ascendente (circa 20 mm). Arco aortico di normale calibro, lieve restringimento a livello istmico in assenza, attualmente, di gradiente. Non versamento pericardico. Vena cava inferiore non dilatata, normocolassante. Aorta addominale ben pulsatile.
IVSd 0.5 cm
LVIDd 2.9 cm
LVPWd 0.6 cm
IVSs 0.7 cm
LVIDs 2.0 cm
EDV (Teich) 31 ml
ESV (Teich) 61%
% FS 32%
SV (Teich) 19 ml

Vorrei cortesemente sapere cosa ne pensa.
Il medico che lo aveva visitato a venti mesi mi aveva molto tranquillizzato dicendomi che bastava un controllo ogni due o tre anni per monitorare la situazione.
La dottoressa che lo ha visitato oggi mi ha detto che tra sei mesi sarebbe il caso di fargli un day hospital per fargli tutte le analisi ed i controlli del caso e comunque dovrà controllarsi sempre ogni sei mesi.
Sono molto in ansia.
Con questa malformazione che aspettative di vita ci sono?
La durata della vita sarà come quella di una persona con tre cuspidi o sarà più breve?
Scusi l'ignoranza ed il disturbo e la ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.
La saluto cordialmente.
[#6] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Scusate, ma sono ancora qui per sollecitare la risposta.
Scusate ancora il disturbo, ma sono molto preoccupata.
Grazie in anticipo.
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Scusi sono ancora qui a disturbarla, ma se possibile avrei estremamente bisogno di una risposta.
Scusi ancora il disturbo.