Utente 117XXX
Buongiorno,
sono una ventenne che gode di un buono stato di salute. Da un anno assumo regolarmente la pillola anticoncezionale, e di tanto in tanto delle aspirine per mal di testa o problemucci del genere.
Circa un anno fa, se non di più, ho notato all’interno della narice sinistra una piccola crosticina nella mucosa a ridosso del setto nasale. Parlo di crosticina perché le dimensioni erano davvero ridotte, ma al contrario di una crosta quest’escrescenza non era secca e non dava segni di volersi staccare (non che io ci abbia provato molto, visto che faceva male). Dopo qualche mese, con un forte raffreddore, la parte si è infiammata a causa del continuo soffiare e un giorno, semplicemente pulendo il naso, l’escrescenza si è staccata, con tanto di perdita di un po’ di sangue. Si è formata, al suo posto, una vera e propria crosticina, che il mio medico di base mi ha consigliato di curare con l’aureomicina. Una volta guarita, non ho più avuto problemi.
Da circa un mese però si è riformata, nella stessa posizione, un’altra escrescenza come quella di un anno fa. E’ piccola e rotondeggiante, l’unico paragone che mi viene in mente in questo momento è quello di un seme di un kiwi. Normalmente non da fastidio, a meno di non toccarla. Negli ultimi giorni, però, a causa di una serie di problemi personali mi è capitato di piangere e quindi di soffiarmi il naso, portando l’escrescenza ad infiammarsi e a far male. Ieri, poi, sembrava quasi più grande, ma oggi è tornata normale.
Guardandola (è necessario spostare appena appena la punta del naso verso destra) è dello stesso colore della mucosa nasale, forse leggermente più bianchiccia.
Premettendo che a luglio andrò sicuramente a farmi visitare per scoprire cos’è questa escrescenza, vorrei sapere alcune cose:
- è giusto sottoporre questo quesito ad un otorinolaringoiatra o è il campo di qualche altro esperto?
- Posso contattare il medico direttamente, o devo prima passare tramite il mio medico di base?
- La mia descrizione corrisponde a qualche problema o no?
La spiegazione alla mia ultima domanda è molto semplice: nell’ultimo periodo sono stata liquidata un paio di volte dal mio medico di base con un “non è niente”, per scoprire poi, con l’aggravarsi della cosa, di avere realmente dei problemi (anche se non gravi: candida e mononucleosi). Per questo vorrei essere per lo meno preparata su cosa e come chiederlo al mio medico (ad esempio nel caso in cui dovessi richiedere delle visite specialistiche, o cose del genere).
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprenda che, sebbene abbia fatto una descrizione dettagiata di cio' che rileva visivamente, occorre necessariamente un esame clinico per fare una diagnosi.Lo Specialista competente è l'Otorinolaringoiatra. Se il Consulto viene richiesto presso un Ospedale, occorre necessariamente una impegnativa da parte del Medico curante, altrimenti si puo' rivolgere direttamente ad uno Specialista. Il dubbio che dobbiamo sciogliere è se si tratta di una crosta ematica o di una lesione della mucosa nasale. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille, quindi posso rivolgermi ad un otorinolaringoiatra... Provvederò al più presto a parlarne con il mio medico curante, chiedendogli un'impegnativa per questo genere di visita. Grazie!!!
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi farebbe piacere sapere cio' che le verrà riscontrato nel corso della visita.