Utente 110XXX
egregio dottore,sono un ragazzo di 21 anni,vorrei raccontarle del mio spiacevole episodio accaduto ieri.stavo lavorando e stavo fisicamente bene quando all improvviso il mio cuore ha iniziato a battere forte e in piu respiro affannato,enormemente preoccupato vado in ospedale dove mi viene detto ke ho avuto un episodio di tachicardia parossistica sopraventricolare,150 battiti al minuto,p.a.110/70,indice di shock:1.36 instabilità emodinamica.vengo dimesso e mi vengono prescritti degli esami:funzionalità tiroidea,ecocardiogramma ed ECG-HOLTER.premetto che sto passando un lungo periodo di forte stress e che sono un fumatore,la mia domanda è la seguente può essere stato un episodio causato dallo stress e non necessariamente un problema dovuto dal cuore?e posso avere tranquillamente rapporti senza preoccuparmi di una ricaduta?la ringrazio per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, una esatta diagnosi di tachicardia parossistica sopraventricolare richiede la registrazione di un tracciato elettrocardiografico al momento della crisi, la cui causa può tanto essere dovuta ad una alterata funzione tiroidea, ma spesso legata invece a circuiti elettrici anomali cardiaci. In mancanza di un chiaro ECG, la diagnosi è però dubbia e non permette un adeguato approccio terapeutico e diagnostico. Allo stato le consiglierei di evitare sostanze eccitanti come la caffeina, abolisca il fumo e si sottoponga anche ad un test da sforzo.
In caso la tachicardia dovesse ripetersi, faccia riferimento ad un centro aritmologico.
Saluti