Utente 119XXX
Salve, e vi ringrazio anticipatamente, scrivo per avere delle certezze su quanto mi sta accadendo da un po’ di tempo. Premetto che a Gennaio ho avuto uno strano dolore al torace passato dal braccio fino alla mandibola, accompagnato da una sensazione di caldo, battito accelerato e stavo per perdere i sensi (svenimento) di durata breve, qualche secondo, alla cui fine di tutto avvertivo salire in bocca la saliva di sapore amara. Sono stato in ospedale mi hanno trovato i valori della pressione 150/93 ho fatto un tracciato ecg, gli esami degli enzimi, ripetuto dopo sei ore, risultato negativo. Qualche giorno dopo ho fatto anche la prova di sforzo con risultato negativo con la pressione nella norma. Quella stessa sensazione l'ho avuta sabato scorso mentre ero al lavoro in ufficio, seduto, meno intensa dell'altra volta. Mi sono recato il giorno dopo dallo stesso cardiologo, che mi ha assistito a Gennaio e mi ha rifatto il tracciato con risultati negativi, pressione 140/90. Mi ha prescritto Congescor 1, 25. Intanto avverto di tanto in tanto dei dolori fastidiosi al petto anche a riposo sul letto. Cosa mi consigliate di fare, quali esami opportuni?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la negatività della prova da sforzo cui si è sottoposto, dà già una buona prognosi sulla sua sintomatologia, che sebbene dubbia per ischemia cardiaca, non è però supportata dall'esame strumentale effettuato. Non potendo visionare nenche un suo ECG è difficile indicarle ulteriori esami, che andrebbero valutati con il collega di suo riferimento.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Voglio innanzitutto ringraziarla ed intendo approfondire la questione con eventuali esami specifici perchè continuo ad avere dei dolori al torace improvvisi con un senso di bruciore che si irradiano alle braccie di breve durata sempre quando sono a lavoro in ufficio. Siccome la cosa mi sta preoccupando cerco di capire anche leggendo dei vostri articoli. Quello relativo all'Angina Pectoris sembra essere il più vicino alle sensazioni di dolore che avverto. Oltrettutto ho letto nel foglietto illustrativo del medicinale, che sto assumendo (Congescor 1,25), di informare il medico prima di assumere il farmaco se sono presenti, tra le altre malattie, dolore toracico a riposo (angina Prinzmetal) cosa mi consiglia di fare?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Esegua un Holter ECG e pratichi un Rx torace.
[#4] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
ok
[#5] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
ho eseguito l'holter con il seguente risultato: ritmo sinusale normofrequente interotto da sporadiche extrasistoli sopraventricolari. Episodio di tachicardia sinusale (frequenza di 159bpm). Normale la conduzione A-V ED I-V. Stabile il tratto ST-T.

Il medico che mi ha eseguito l'holter mi ha prescritto il farmaco "Inderal 40 mg compresse" metà mattina e sera.
Grazie ancora per l'aiuto ma devo preoccuparmi?
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Visti i risultati direi proprio di no.
Stia sereno
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Visti i risultati direi proprio di no.
Stia sereno
[#8] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Visto il lasso di tempo trascorso dall'ultimo consulto, circa otto mesi fa, da allora non ho avuto nessun malore simile a quello innanzitutto esposto. Frattanto ho seguito una dieta ed ho ripreso con l'attività fisica. Continuo a prendere il cogescor 1.25 metà, la pressione sembra essere scesa, la mattina appena mi alzo e la misuro i valori stanno al disotto di quelli normali 120/80. Capita, però, qualche volta dopo aver fatto la mia corsa di 40 minuti dopo tre o più ore di avere un senso di oppressione al petto un peso che poi passa all'improvviso di durata anche di un ora. Vorrei sapere se ciò fosse collegato ad un fatto cardiaco?