Utente 120XXX
Buongiorno,recentissimamente ho avuto un problema di stimolazione e conseguente erezione con una donna con la quale avrebbe dovoto essere il primo rapporto. Premetto che ho 37 anni e che mi è capitato altre volte di avere dei momenti di imbarazzo che ho superato però, quando serviva con l'aiuto del Cialis.
La cosa preoccupante è che in questa occasione dopo aver avuto sentore di quel che stava verificandosi ho preso una pastiglia di Cialis10, ma non è cambiato assolutamente nulla. Totale blackout, cosa mia successo con il Cialis.
Il giorno dopo ho fatto alcune verifiche ed è emerso che il problema poteva essere causato dal fatto che da 1 mese stavo utilizzando per migliorare le prestazioni fisico/sportive delle compresse a base di Tribulus ed altro. E guarda caso proprio prima dell'incontro con la persona di cui sopra avevo appena preso due compresse.
L'istruttore di fitness che me le aveva procurate mi ha "rassicurato" dicendomi che anche a lui capita che in concomitanza con l'assunizone del Tribulus le sue prestazioni sessuali sono molto deficitarie. Io ho chiaramente sospeso tutto, ma non ho la prova che il mio "incidente" sia realmente dovuto a questa causa e rimango molto perplesso e proccupato.

Questo è il motivo per cui scrivo chiedendo se è possibile che in sostanza prodotti come il Tribulus, che vengono pubblicizzati addirittura per i loro effetti afrodisiaci, possano invece generare l'effetto opposto.

Grazie
Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non ho esperienza ne' diretta ne' indiretta degli effetti del ...tribulus ma,Le assicuro che diffido di afrodiaci in tutte le loro forme!
Da andrologo con trentennale esperienza,La inviterei a non medicalizzare una funzione spontanea,quale e' quella erettile,senza che un medico si prenda carico del Suo disagio sessuale.Banalizzare il problema non porta lontano,bensi' aumenta l'ansia da prestazione.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
io non sono medico e onestamente farmaci dal nome come tribulus...mah...non saprei cosa pensarne.

Detto questo, credo che, tribulus o meno, il fatto che lei sia costretto a ricorrere al cialis o ad altri farmaci quando "sente" di non riuscire ad avere un buon rapporto sessuale mi fa sospettare che vi possa essere una componente ansiogena, quindi psicologica.

Io fossi in lei proverei a seguire anche la pista psicologica a questo punto, per questo le consiglio una valutazione, meglio se con psicoterapeuta cognitivo-comportamentale o psicosessuologo.

Le allego anche questo articolo sull'ansia http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42293
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere ancora più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com