Utente 915XXX
Gentili Dottori mio marito da alcuni giorni accusa ripetute extrasistoli e senso di svenimento.
Nei mesi scorsi aveva avuto delle extrasistoli e si era sottoposto a diversi esami ecg - eco - holter 24 ore e si è fatto visitare da due cardiologi i quali hanno detto che era tutto nella norma e che erano dovute solo ad una componente ansiosa. In questi ultimi giorni le accusa in maniera più accentuata e dice di "sentirsela rrivare" ed in effetti si sente il cuore che si ferma per un attimo. Quello che lo spaventa un pò è che rispetto a qualche mese fa che ne avvertiva una ogni tanto ora se le sente più spesso e si sente come mancare. Il medico di famiglia ha detto di fare un ecg sotto sforzo ma solo per farlo stare tranquillo perchè anche secondo lui non c'è nulla di che. Quello che volevo chiedervi è se le extrasistoli quando si manifestano in maniera ravvicinata possano essere pericolose e se possono farlo svenire ed inoltre il fatto che uno senta il battito del cuore più forte e in altri momenti meno sia una cosa normale. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la descrizione che lei fa del disturbo di cui è affetto suo marito, è tipico dell'extrasistolia, evento spesso frequente in particolar modo nei soggetti ansiosi. In tali casi, e forse anche per suo marito, una blanda terapia ansiolitica o l'utilizzo di "calmanti naturali" come camomilla o valeriana potrebbero essere la cura più valida, vista la benignità della patologia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 915XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottore per la sua risposta ma scusi se insisto, c'è il rischio che lui possa svenire a causa delle ripetute extrasistole? Questo mi preoccupa un poco perche a volte lavora ad altezze elevate e non vorrei che questo accadesse. Grazie nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Ciò potrebbe accadere solo se tali extrasistoli dessero luogo a lunghe fasi di aritmia, cosa che allo stato sembra davvero ipotesi remota.
Stia tranquilla
[#4] dopo  
Utente 915XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le sue risposte e scusi se approfitto della sua disponibilità. Volevo chiederle se sia normale avvertire le extrsistoli in maniera più marcata e decisa rispetto ad altre. L'atra sera dopo cena e dopo essersi fumato una sigaretta ha iniziato a sentire il suo cuore battere in maniera più veloce poi rallentava e dopo avevava un'extrasistole. preso dalla preoccupazione siamo andati al PS dove i battiti si erano stabilizzati (87) e le extrasistoli non le sentiva. Quando poi è andato a fare l'ECG sempre al PS prima che l'apparecchio iniziasse a scrivere ha detto alla dottoressa "eccone Una " e sul monitor ha visto l'extrasisolole ma ha detto che non era nulla ed è stato dimesso.
Questa mattina è stato tutto il giorno ha fare dei lavori dentro casa e mentre pranzava ha sentito che il cuore batteva con più "decisione" e han accusato 5 - 6 extrasistoli forti. L'altra domanda che le faccio è se sia normale accusare questi disturbi nella fase di recupero da uno sforzo? Grazie nuovamente.