Visita Medicitalia per info su Dr. Livio Forturello, Psichiatra. Trova telefono, indirizzo dove riceve, patologie trattate e curriculum.

Attenzione: l'iscritto non si collega da più di sei mesi, i dati potrebbero essere non aggiornati.

Dr. Livio Forturello

Psichiatra

Specialista in:

0 Consulti

0 Recensioni

Feed Rss Rss

Scheda vista 527 volte

0 News/Blog
0 Articoli
0 Speciali Salute
Indice di attività:
8% attività +8
0% attualità +0
0% socialità +0
Dipartimento di Salute Mentale

Via Asiago 23/A - 95100 Catania (CT) - Mappa

15.103187400000024 37.5178001

Vedi dettagli

Informazioni professionali

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1990 presso Università di Catania. Iscritto all'Ordine dei Medici di Trieste.

Verifica dati su FNOMCeO.it »

Curriculum vitae

 

Diploma di maturità classica conseguito a Catania presso il Liceo Ginnasio “Don Bosco” in data 28/07/1983 con voto 45 su 60.
Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi di Catania in data 23/10/1990 con voto 110 su 110 e lode, discutendo la tesi: “Aspetti neuropsicologici nello studio della schizofrenia con rapporto ai dati biologici Doppler e TAC”.
Abilitazione all’esercizio della professione medica...

Leggi tutto

conseguita a Catania in data 19/02/1991.
Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici e Chirurghi di Catania in data 18/04/1991 con n. 10015 e successivo trasferimento all’Ordine dei Medici e Chirurghi di Trieste dal 27/06/1996 a tutt’oggi con n. 3352.
Specializzazione in Psichiatria conseguita presso l’Università degli Studi di Trieste in data 15/12/1995 discutendo la tesi: “L’impiego della SPECT in psichiatria: dati preliminari a confronto tra Depressione Maggiore e Disturbi d’Ansia”.
Master di Perfezionamento quadriennale in Psicoterapia conseguito presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva di Como affiliata alla S.I.T.C.C. e riconosciuta dal Ministero.
Iscrizione all’elenco speciale dei Medici Psicoterapeuti annesso all’Albo dell’Ordine dei Medici e Chirurghi di Trieste.

Il dott. Livio Forturello ha svolto durante gli Anni Accademici 1988/89 e 1989/90 un tirocinio pre-laurea  presso la Clinica Psichiatrica di Catania (Direttore: prof. Vincenzo Rapisarda), associando all’attività clinica di reparto l’approfondimento delle metodiche di neuroimaging morfologico e funzionale nelle patologie psichiatriche. Attraverso questa attività di ricerca sono stati ottenuti importanti risultati circa i correlati neuropsicologici e neurobiologici della Schizofrenia. Questi risultati sono stati riportati in alcune pubblicazioni, comunicazioni congressuali e seminari didattici di approfondimento.
Nel 1991 veniva ammesso alla Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università degli Studi di Trieste (Direttore: prof. Eugenio Aguglia), dove, in accordo con i dettami della legge europea di riordino del SSN (D.Lgv.517/93 e D.Lgv.257/91), ha svolto attività di formazione specialistica a tempo pieno: sia presso la Clinica psichiatrica universitaria sia presso i Servizi territoriali dell’ASS. n. 1.
Presso la Clinica psichiatria universitaria il sottoscritto ha proseguito il percorso di ricerca intrapreso a Catania contribuendo alla stesura di lavori di ricerca sulla neurobiologia delle principali patologie psichiatriche ed approfondendo le correlazioni tra substrati neurali e opportunità terapeutiche farmacologiche e ri-abilitative.
Per l’intera durata degli Anni Accademici 1993-94 e 1994-95 lo scrivente ha esercitato presso i Servizi ospedalieri/territoriali dell’ASS. di Trieste: impegnandosi presso il Centro di Salute Mentale (CSM) territoriale (Responsabile: dott. Bruno Norcio) e presso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) dell’Ospedale Maggiore di Trieste (Responsabile: dott. Lorenzo Toresini) e coprendo in tal modo circa 2/3 dell’attività connessa alla qualifica di Assistente in Formazione.
Durante il suddetto periodo lo scrivente ha approfondito le dinamiche che sottendono allo sviluppo della “Sindrome del Burn-out” nel contesto socio-sanitario, partecipando attivamente alla formazione degli operatori in un ottica preventiva e dentro un approccio di psichiatria di consulenza e di collegamento. Di notevole interesse sono stati i risultati delle ricerche sulle relazioni tra capacità di verbalizzare le emozioni (alexitimia) e la patologia psicosomatica. Anche il contenuto di questa esperienza è stato riassunto ed illustrato nell’ambito dei numerosi congressi e corsi di aggiornamento ai quali il sottoscritto ha partecipato come relatore, nonché mediante la stesura di alcune pubblicazioni.
          Dopo la Specializzazione in Psichiatria conseguita nel 1995 il sottoscritto ha prestato Servizio come Dirigente Medico Psichiatra di I° livello presso le seguenti Aziende per i Servizi Sanitari:

ASS. n. 6 “Friuli Occidentale” (DSM di Pordenone) dal 6 maggio 1996 al 4 dicembre 1996  presso i CSM di Azzano Decimo e di Pordenone centro.
ASS. n. 4 “Medio Friuli” (DSM di Udine) dal 5 dicembre 1996 al 6 luglio 1997 presso il CSM di Cividale del Friuli.
ASS. n. 1 “Triestina” (DSM di Trieste) dal 7 luglio 1997 al 6 marzo 1998 presso il Servizio di Riabilitazione ed il SPDC di Trieste.
ASS n. 5 “Bassa Friulana” (DSM di Palmanova) dal 13 marzo 1998 al 31 maggio 2012, in ruolo a tempo indeterminato e pieno, presso i CSM 24 ore di Palmanova e Latisana ed il Dipartimento delle Dipendenze (Ser.T. / Alcologia).
ASS n. 1 “Triestina” (DSM di Trieste) dal 1 giugno 2012 a tutt’oggi il sottoscritto è Dirigente Medico Psichiatra a tempo indeterminato e pieno, con rapporto esclusivo presso la SOC Centro di Salute Mentale di Barcola-Aurisina.
ASP n. 3 “Catania” (DSM di Catania) dal 1 aprile 2015 ha conseguito l’incarico presso la ASP 3 finalizzato all’apertura della REMS di Caltagirone.

Del C.S.M. 24 ore e del DSM di Palmanova ha svolto più volte attività di Responsabile come Facente Funzione. 
Presso il DSM di Palmanova il sottoscritto ha contribuito alla stesura dei “Progetti ri-abilitativi individualizzati” che hanno visto la partecipazione integrata di operatori del pubblico e del privato sociale nella costruzione di nuove modalità di presa in carico della cronicità e non.
Questa esperienza, situata a metà strada tra il singolo caso particolare e le grandi misure di riforma del welfare state, ha rappresentato una sperimentazione sistematica di coordinamento e di comunicazione tra strutture organizzative del Servizio Sanitario, dei Comuni e delle risorse del territorio (associazioni, volontariato, terzo settore, etc.). In modo particolare l’integrazione con i Distretti sanitari ed i Comuni è stata ottenuta attraverso incontri programmati tra Medici di Base, Sindaci ed Ass. Sociali che lo scrivente ha promosso ed a cui ha partecipato attivamente. Ancora, ma non per ultimo, durante questo periodo il processo di de-istituzionalizzazione dell’Ospedale Psichiatrico nella Bassa Friulanaha trovato suo completamento attraverso l’integrazione tra Servizio Pubblico e Privato Sociale in accordo con i dettami del Progetto Obiettivo Salute mentale 1998-2000. Dal 1 settembre 2001 al 30 novembre 2006 il sottoscritto ha ottenuto aspettativa per ricoprire un incarico come supplente presso l’ASS n. 1 “Triestina”esercitando presso il Dipartimento delle Dipendenze e successivamente (dal 1 aprile 2002 al 30 novembre 2006) presso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura sito all’interno dell’Ospedale Maggiore di Trieste.
Durante questo periodo il sottoscritto ha partecipato attivamente alle attività di consulenza e di collegamento con le altre Divisioni ospedaliere e, soprattutto, alla stesura del Protocollo di collaborazione operativa tra Azienda Ospedaliera ed Azienda Sanitaria territoriale nella gestione della Crisi e dell’Emergenza Psichiatrica. Durante questo percorso è stata costituita una Équipe multidisciplinare di psichiatri, infermieri psichiatrici e medici del PS che ha svolto un corso di formazione itinerante rivolta ai MMG ed ai medici di continuità assistenziale nella regione FVG.
 
Il sottoscritto ha esercitato in qualità di Esperto presso il Tribunale di Sorveglianza di Trieste nei trienni 2005-2007 e 2008-2010 ed è attualmente Consulente Tecnico di Ufficio presso il Tribunale civile e penale di Trieste e di Catania.
Durante questo impegno ho approfondito le problematiche psichiatrico-forensi legate alla co-costruzione delle misure alternative alla detenzione ed alla valutazione della pericolosità sociale delle persone con disturbo psichico.
Lo scrivente ha prodotto presso il Tribunale di Trieste più di 50 CTU e CTP aventi come oggetto: la valutazione del danno biologico di tipo psichico, morale ed esistenziale; la valutazione delle capacità genitoriali e l’abuso dei minori; il procedimento di interdizione, inabilitazione e l’amministrazione di sostegno.
Formazione e training manageriale sulla Evidence-Based Medicine per l’attuazione della Clinical Governance nelle organizzazioni sanitarie attraverso la Fondazione GIMBE (Clinical Governance core curriculum).
- Definizione, produzione e implementazione degli standard assistenziali di qualità
- Pianificazione e conduzione di audit clinici
- Produzione e implementazione di linee guida
- Gestione del rischio clinico
 
Pubblicazioni 
 

Petralia A., De Pasquale C., Forturello L., Alfonsetti CV. “Comorbidità dei Disturbi d’Ansia e dei Disturbi Affettivi”. Atti del 1° Corso di aggiornamento: “L’ansia e i suoi meccanismi”. Acireale; 15-17 Maggio 1987: pag. 165-170.
Forturello L., Paradiso S., Petralia A. “Età e Depressione: fattori coinvolti nel decadimento cognitivo del Morbo di Parkinson”. Atti del Simposio Nazionale di Psicogeriatria: “Ricordare, rivalutare, prendersi cura del passato”. Palermo; 27-29 Settembre 1991: pag. 177-183.
Forturello L., Di Bortolo E., Allegranti I., De Vanna M., Aguglia E. “Valutazione dell’alexitimia attraverso l’applicazione della TAS e dell’APRQ in pazienti con Disturbo Somatoforme”. Atti del Congr. Internaz.: “Emozioni, Patologie, Terapie in Psichiatria”. Roma; 10-12 Dicembre 1992: pag. 311-319.
Aguglia E., Forturello L., Allegranti I., Flaminio D., De Vanna M. “Valutazione ed interpretazione delle caratteristiche alexitimiche in un gruppo di pazienti affetti da disturbi psichici”. Atti del XIV Congr. Naz. SIMP. Firenze; 12-15 Maggio 1993; vol. 1°, pag. 250-253.
Aguglia E., Allegranti I., Forturello L. “Uso e limiti della Toronto Alexithymia Scale in Psicosomatica”. In “Teoria e Clinica della Alessitimia”. Ed. La Goliardica Pavese. 1994; pag. 73-80.
Aguglia E., Allegranti I., Forturello L. “Disturbo da Attacchi di Panico e Patologie Internistiche”. In “Federazione Medica”: suppl. Medico d’Italia del 30-06-1995; n.7, pag. 23-27.
Forturello L., Gon T., Aguglia E. “Handicap e Ippoterapia: una possibilità di psicoriabilitazione”. In “Movimento”; vol.11, n.3, Settembre/Dicembre 1995.
Gon T., Forturello L., Zorzon M., Aguglia E. “La rieducazione equestre: una possibilità riabilitativa”. In “Rivista di Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale”: Anno IV, n.1-3 gennaio-dicembre 1995; pag.15-24.
Aguglia E., Forturello L., Fontana GM. “Relazioni tra depressione e sintomi negativi nella schizofrenia”. In “Psychopathologia”: vol.XII, n.4/5, Luglio/Ottobre 1994; pag.1-4.
Forturello L., Allegranti I., Sapienza S., Aguglia E. “Valutazioni psicometriche del Burn-out su di un campione di operatori socio-sanitari”. In Atti del XV Congr. Naz. SIMP. Trieste; 10-13 maggio 1995. Vol. 2°, pag. 585-589.
Mazzaglia R., Forturello L., Finocchiaro MR., Sapienza S. “Aspetti personologici motivazionali in soggetti di sesso femminile che praticano Body building”. In “Movimento”; anno 14, n.1; 1998; pag. 11-13.
Forturello L., Aguglia E. “Valutazione dei meccanismi di difesa nel processo diagnostico di tipo strutturale”. In “Lo Psichiatra e i suoi pazienti”: atti del XL Congr. Naz. SIP. Palermo; 18-24 ottobre 1997; pag. 725-730.

Sito web

Scheda personale

Attività su Medicitalia

Il Dr. Livio Forturello è specialista di medicitalia.it dal 2016.