l piede cadente è un disturbo caratterizzato dall''incapacità di tenere sollevato il piede, che così tende a pendere dalla caviglia, causando problemi nella deambulazione

Introduzione

Il piede cadente è un disturbo caratterizzato dall''incapacità di tenere sollevato il piede, che così tende a pendere dalla caviglia, causando problemi nella deambulazione (fig 1).

LE CAUSE DI PIEDE CADENTE

1. Neuropatia Peroneale

√® la causa pi√Ļ frequente di piede cadente. Il nervo peroneo √® un nervo misto (motorio e sensitivo) che nasce dal nervo ischiatico. A livello del ginocchio il nervo, girando attorno al capitello della fibula si divide nei suoi rami: peroneo superficiale e profondo (detto anche nervo tibiale anteriore). Il nervo peroneo profondo innerva i muscoli tibiale anteriore, estensore lungo e breve dita, estensore lungo alluce. Il nervo peroneo superficiale innerva i muscoli peroneo lungo e breve. Ambedue innervano la cute del dorso del piede e della superficie laterale della parte distale della gamba.

Cause di Neuropatia Peroneale

a. Compressione esterna del nervo a livello del capitello fibulare (posture prolungate sul ginocchio, durante anestesia, coma, ingessature, rapido calo di peso)

b. Traumi/Fratture perone e della tibia

c. Masse nel cavo polpliteo: tumori ossei, lipomi, cisti di Becker, tumori della guaina mielinica del nervo, ematomi.

d. Intrappolamento: nel tunnel fibulare, sindrome del compartimento anteriore.

e. Vascolari: vasculiti

f. Diabete

g. Predisposizione Ereditaria alla Paralisi da Compressione (HNPP)

h. Idiopatica

2. Radicolopatia L5

La radicolopatia L5 frequentemente può determinare un piede cadente e disturbi di sensibilità nella regione laterale della gamba e sul dorso del piede. Questa condizione è , in genere, determinata da una patologia del disco L4-L5. In questo caso la sintomatologia motoria è preceduta o accompagnata da lombalgia.

3. Lesioni del plesso lombo-sacrale

Il plesso lombo-sacrale può essere interessato per la vicinanza anatomica dalle patologie espansive degli organi pelvici (cisti,neoplasie).

4. Miopatie

Sono condizioni pi√Ļ rare che si verificano soprattutto nel caso di miopatie distali. In questo caso √® presente solamente il deficit motorio non accompagnato da disturbi della sensibilit√†.

5. Malattia del Motoneurone

La Sclerosi Laterale Amiotrofica pu√≤ esordire nella forma detta pseudo-polinevritica con un piede cadente. Anche in questo caso i sintomi e segni motori non sono accompagnati da disturbi della sensibilit√†. Concomitano in questo caso segni clinici di interessamento del 2¬į neurone di moto quali atrofia e fascicolazioni.

LA DIAGNOSI

a.IMAGING delle strutture del ginocchio

√ą consigliato eseguire una RM del ginocchio che permetter√† di visualizzare eventuali patologie ossee, dei tessuti molli o del nervo che possono giustificare il disturbo.

b.RM lombosacrale

esclude patologie a carico del rachide lombosacrale

c.Ecografia pelvica

d.Esame Elettromiografico ed elettroneurografico

E‚Äô uno degli esami fondamentali per la diagnosi. Lo studio EMG ad ago pu√≤ dimostrare segni di denervazione a carico dei muscoli di pertinenza dei rami peronei, superficiale e profondo. Lo studio elettroneurografico potr√† rilevare una ridotta velocit√† di conduzione, permettendo di evidenziare la sede del ‚Äúblocco‚ÄĚ di conduzione nervosa. Inoltre, permetter√† di discriminare tra intrappolamento del nervo e radicolopatia L5 o patologia del plesso.

TRATTAMENTO

Il trattamento dipende dal tipo di patologia ritrovata. Nel caso di intrappolamento del nervo peroneo comune a livello del capitello fibulare è quella della decompressione chirurgica.

 

BIBLIOGRAFIA

Foot drop: where, why and what to do? Stewart JD. Pract Neurol. 2008 Jun;8(3):158-69. Review.

 

Figura 1

Figura 1 piede cadente a sinistra