Falloplastica di allargamento: da una collaborazione USA-ITALIA nuova tecnica con acido ialuronico

Dr. Gabriele AntoniniData pubblicazione: 14 luglio 2015Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2015

Presentata in anteprima mondiale a Las Vegas, si usa l'acido ialuronico cross linkato.

Roma, 10 lug. (AdnKronos Salute) - Sono sempre di più gli uomini anche giovani che, insoddisfatti per le proprie misure, chiedono aiuto al chirurgo per aumentare oltre alla lunghezza anche la larghezza del pene. Ora grazie ad una tecnica pionieristica messa a punto da due chirurghi, uno italiano e l'altro americano, è possibile farlo in maniera sicura e duratura grazie all'acido ialuronico cross linkato (o reticolato) ottenuto in laboratorio. I dati preliminari, presentati oggi in prima mondiale a Las Vegas all'Aesthetic Show 2015', su 1500 pazienti (tra 28 e 55 anni) trattati negli ultimi 3 anni dimostrano un aumento della circonferenza del pene da 4 a 8 centimetri, fino a 10 cm in casi selezionati.

"Il 90% dei pazienti si è detto soddisfatto e non vede a 20 mesi un riassorbimento del materiale iniettato, il 10% desidera un 'refill' ma è comunque soddisfatto. Quella che abbiamo elaborato è una procedura ambulatoriale, 15 minuti circa la durata, con nessun effetto collaterale".
A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Gabriele Antonini, urologo-andrologo del dipartimento di Urologia U. Bracci dell'Umberto I - Sapienza University

 

Autore

gabriele.antonini
Dr. Gabriele Antonini Urologo, Andrologo, Chirurgo plastico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1998 presso Università Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 49344.

2 commenti

#1
Specialista deceduto
Dr. Giorgio Cavallini

Caro Antonini, prima di parlare di pionierismo aspetterei di vedere pubblicati i risultati su una rivista fornita di referi e indicizzata. cosa che questi non sono
Per i non medici: rivista che fa valutare gli articli da una serie di esperti e che sia accessibile a tutti.
In altro modo si scade. E questo sinceramente non va. Internet ne è già fin troppo piena

#2
Dr. Gabriele Antonini
Dr. Gabriele Antonini

Grazie molte per il tuo commento.
Condivido in pieno il tuo pensiero.
On Line girano tantissimi mistificatori della realtà che riduco l'atto medico ad un mero business.Sopratutto nell'ambito dell'andrologia specialità ancora non riconosciuta e codificata ufficialmente e proprio per questo vera "terra di conquista" per chiunque.
Come nel caso delle protesi al pene.
Leggo in continuazione recensioni di medici improvvisati che descrivono l'impianto di una protesi peniena come un gesto tecnico semplice e codificato non mostrando i loro risultati sia estetici che funzionali.
Credimi vedo in continuazione dei disastri e persone "mutilate".
Anche nel caso della Falloplastica molte tecniche girano sul web con materiali che determinano inestetismi e deformità dell'asta.
In questo caso la tecnica e il materiale utilizzato garantisco un risultato estetico meraviglioso!!!
Presto comunque la pubblicazione dei dati aprirà un nuovo mondo per tutti quelli che vivono con disagio la loro vita sessuale per un pene che non viene accettato.
Per il momento ti allego il link di un mio video in cui il paziente ha effettuato oltre allargamento con l'acido ialuronico anche un allungamento con l'incisione del legamento sospensore cosi che tu possa già orientarti sui risultati estetici.
Niente bozzetti niente deformità.Il pene rimane morbido e fisiologicamente più grande

https://youtu.be/YH3yZAr9N9A

Ti porgo distinti saluti
Gabriele Antonini

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: chiusi!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche falloplastica 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati